Dopo la 'Peregrinatio' Osimo ha riabbracciato il suo amato San Giuseppe

2' di lettura 27/05/2013 - Il freddo, insolito per l’ultimo weekend di maggio, non ha fermato i migliaia di fedeli che hanno partecipato all’ultima tappa della peregrinatio di san Giuseppe da Copertino. La città illuminata dalla sola luce delle fiaccole ha accolto in rigoroso silenzio il suo amato patrono che dal santuario della Beata Vergine Addolorata di Campocavallo è stato portato fino in piazza Boccolino, dove ha ricevuto l’omaggio dell’intera comunità senza testa.

Il pellegrinaggio ha fatto una breve fermata all’altezza dei Tre archi con il sindaco Simoncini pronto a dare il bentornato al santo dei voli e ad accompagnare i fedeli fino all’arrivo in piazza. Nel suo intervento ufficiale il primo cittadino, oltre a ringraziare gli osimani che hanno sfidato il freddo, ha voluto ricordare come san Giuseppe sia stato il più bel fiore di quelli germogliati in seguito al passaggio nelle Marche di San Francesco d’Assisi. Il santo serafico infatti visitò Osimo in ben due occasioni diffondendo il suo messaggio apostolico. In occasione del 350 esimo anniversario della morte del santo patrono il sindaco ha voluto invitare tutte le associazioni ed i comitati (la maggior parte delle quali presenti alla peregrinatio) a confrontarsi per rinvigorire quella coesione sociale che ha sempre contraddistinto la comunità osimana, soprattutto alla luce del difficile momento economico.

'San Giuseppe con la sua presenza – ha aggiunto il sindacoriesce ad infondere in tutti noi un senso di sicurezza e protezione davvero unico. In questa bella serata ci accorgiamo di essere fortunati ad ospitare le sue spoglie, come hanno potuto constatare chi ha accompagnato il santo in questa lunga peregrinatio che ha toccato molte città italiane.' L’arcivescovo di Ancona-Osimo mons. Edoardo Menichelli ha sottolineato quanto sia ancora attuale 'il messaggio francescano e come San Giuseppe abbia affrontato con sicurezza i numerosi ostacoli che gli si presentarono nel suo cammino terreno perché forte di un sentimento di fede incrollabile'.

I frati minori conventuali per voce di padre Giancarlo Corsini hanno voluto ringraziare tutti quanti si sono adoperati per l’ottima riuscita della peregrinatio. Il passaggio in diverse località italiane è stato entusiasmante per la calorosa accoglienza ricevuta e soprattutto perché si è potuto toccare con mano quanto sia amato San Giuseppe da Copertino. A tal proposito i fedeli potranno esprimere tutta la loro devozione al nostro santo patrono recandosi nella cripta restaurato pochi mesi fa, perché San Giuseppe è ritornato ad Osimo!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2013 alle 15:22 sul giornale del 28 maggio 2013 - 716 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, san giuseppe da copertino, Comune di Osimo, Peragrinatio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ns7





logoEV
logoEV