utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Le Liste contro le dichiarazioni di Andreoni: 'Se fosse per lei Osimo ancora all'età della pietra'

2' di lettura
624

Liste Civiche di Osimo
Per quanto riguarda il capogruppo del Pd Paola Andreoni se fosse per lei a causa della crisi economica avrebbe fatto ritornare Osimo all’età della pietra evitando di investire in iniziative che servono invece a mantenere la vivacità del suo tessuto sociale.

Alcune di queste non solo hanno valenza sportiva o culturale, ma hanno avuto riscontri economici positivi per le attività del territorio. Un’insegnate dovrebbe sapere quanto può servire la cultura e lo sport per l’economia, anche a livello locale.Numerosi esponenti del suo partito lo hanno ribadito, anche recentemente, in dibattiti pubblici e televisivi. L’accostamento di quanto dichiarato nel comunicato del blog del 22 maggio (non del 23) con l’anniversario della strage di Capaci è offensivo nei confronti delle stesse vittime di quella brutale strage di mafia.

Se alcuni concittadini in situazione di difficoltà si vedono scavalcati da altri, per lo più di origine straniera, non si può colpevolizzare l’Amministrazione, che anzi per evitare ogni tipo di sperequazione e sostenere una maggiore coesione ed integrazione sociale aveva proposto il bando delle case agli italiani.

L’Amministrazione non andava contro la legge, ma si proponeva di venire incontro a tutti i suoi cittadini, anche a quelli che hanno pagato le tasse, versato i contributi e magari votato anche il Pd, ma che per la crisi economica o per difficoltà personali, non hanno un alloggio dove vivere e vengono superati da altri nelle graduatorie pubbliche. Il capogruppo del Pd Paola Andreoni sostiene che l’Amministrazione Comunale faccia tagli e sprechi inutili senza mai citarli perché evidentemente non è vero. Il suo comportamento quindi si descrive da solo così come i suoi ripetuti tentativi di distorcere sempre in suo favore qualsiasi tipo di dichiarazione.



Liste Civiche di Osimo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2013 alle 20:19 sul giornale del 27 maggio 2013 - 624 letture