Jesi: le auto Civetta intercettano trafficanti di droga ad Ancona Nord, arrestati. Rifornivano anche l'osimano

droga 3' di lettura 20/05/2013 - Le Auto Civetta intercettano trafficanti di droga ad Ancona Nord. Inseguiti ed arrestati a Jesi con 100 mila euro di marijuana. Nei guai due pregiudicati e una incensurata. I due uomini rifornivano di droga tutta la vallesina, ma anche l'osimano ed Ancona.

Tutti i militari disponibili alle 19 di domenica, su disposizione del Capitano Conforti di Osimo, si attivavano per i posti di blocco all’uscita dei caselli autostradali da Loreto ad Ancona Nord. L’operazione, diretta da Luciano Almiento Comandante del Nuleo Operativo, portava a tre arresti per traffico di droga. E' così che alle 20, all’uscita del casello autostradale di Ancona Nord, le “auto civetta” del Nucleo Operativo, intercettavano due veicoli sospetti, ovvero una Nissan Micra blu con a bordo una coppia preceduta da altra auto, una Renault Megane grigia, condotta da un uomo e che aveva il compito di individuare e segnalare eventuali posti di blocco.

Insospettiti dai due veicoli i militari avanzano lungo la S.S. n. 76 “Vallesina”e li inseguono fino all’uscita di Jesi Centro dove i malviventi si trovavano di fronte altri due posti di blocco. E' così che i Carabinieri, dopo aver chiuso ogni via di fuga ai veicoli, sopraggiungevano anche dei mezzi del Nucleo Operativo. Scattano le perquisizioni sul posto: i fermati venivano trovati in possesso di 11 kg di Marijuana, suddivisi in cinque voluminosi involucri avvolti in cellophane ed occultati nel bagagliaio della Micra, sotto la ruota di scorta. I due a bordo della Micra hanno tentato anche di sviare l'attenzione dei militari lasciando intendere di essere una coppia di fidanzatini in viaggio. Uno stratagemma non riuscito però: scoperti i 'furbetti' e sequestrato il grosso quantitativo di droga con tanti di veicoli.

A finire in manette due albanesi pregiudicati ed una donna rumena incesurata, tutti residenti nel Lazio. Si tratta di BULLA Florjan Classe 1989 con già precedenti per droga e PEPA Sokol Classe 1977 con alle spallediversi reati tra cui immigrazione clandestina, ma anche furto, rapina, sequestro di persona, detenzione illegale di armi, nonché violenza sessuale. Mentre la donna é stata identificata come LOTREA Elena Mihaela Classe 1977, convivente di PEPA Sokol e di professione badante. Per loro, dunque, nulla da fare scattano le manette per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso. Il P.M. di turno presso il Tribunale di di Ancona, Andrea LAURINO, disponeva l'arresto dei due uomini presso il carcere di Ancona-Montacuto, mentre per la donna veniva reclusa presso il carcere femminile di Pesaro-Villa Fastigi.


Dalle indagini emergeva che i tre costituivano un’attivissima cellula romana di trafficanti di droga con base a Frascati e colli albani per l’approviggionamento nelle Marche di tutta la Vallesina e parte dell’Osimano fino a raggiungere la zona di Ancona Nord. Il gruppetto manteneva, infatti, contatti locali con connazionali ritenuti referenti e pedine fondamentali per lo smercio e la vendita al dettaglio della droga rinvenuta che se immessa sul mercato avrebbe fruttato circa 100,000 mila euro.

Rinvenuti anche degli appunti con nomi, recapiti telefonici e somme di denaro, in particolare anche nominativi presenti nelle Marche che gli investigatori hanno ritenuto di forte forte interesse.








Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2013 alle 15:37 sul giornale del 21 maggio 2013 - 332 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, carabinieri, sequestro, ancona, arresto, marche, laura rotoloni, !marche, tre arresti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ncs





logoEV
logoEV