utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT

Castelfidardo: la due giorni marchigiana di ciclismo. Le regole per gli automobilisti

2' di lettura
1319

La Due Giorni marchigiana di ciclismo in programma nel week-end sulle strade fidardensi rinnova una tradizione trentennale, sollevando l’attenzione di tanti appassionati ma anche quella degli… automobilisti.

La partenza, il passaggio e l’arrivo della carovana di oltre 200 corridori provoca infatti qualche inevitabile conseguenza sulla circolazione. In particolare, dalle 8.00 alle 13.30 di sabato e dalle 8.00 alle 12.00 di domenica vige in piazza della Repubblica il divieto di transito e sosta a tutti i veicoli ad eccezione delle cosiddette “ammiraglie” al seguito della gara. Sabato, per il “Città di Castelfidardo-Trofeo Cisel” che parte alle 13.30 da piazza della Repubblica e arriva al traguardo intorno alle 17.30 in zona Cerretano, viene modificata la circolazione all’intersezione di via Recanatese con via Mattei, escludendo i primi due accessi a sinistra per i provenienti dalla direzione centro da destinare alla collocazione di un palco: gli altri due accessi a via Mattei sono destinati all’ingresso e all’uscita dei veicoli alla zona industriale.

Viene inoltre disposta la sospensione temporanea della circolazione durante il passaggio dei ciclisti lungo tutto il percorso, oltre ai divieti segnalati con apposita segnaletica: piazza della Repubblica, via XVIII Settembre, p.le Don Minzoni, via Matteotti, via Donizetti, via Rossini, via Murri, via Brandoni, via Marx, via Che Guevara, via Musone, via Jesina, via Recanatese; Domenica, per il Gran Premio Santa Rita che parte e arriva in zona Sant’Agostino, sospensione temporanea della circolazione, durante il passaggio nelle vie che costituiscono il circuito da ripetersi più volte: IV Novembre, Chiesa, Torres, Che Guevara, Jesina, Recanatese, Torres, Chiesa, IV Novembre, S. Soprani, Matteotti, Donizetti, Rossini, Murri, Brandoni, Marx, Che Guevara, Jesina, e Recanatese. Viene poi istituito il senso unico di circolazione in verso orario del percorso in via Recanatese, via Che Guevara, via Jesina, per tutti i 14 giri; in via Torres, per i provenienti da Osimo, la direzione obbligatoria a destra per via delle Querce; il senso unico durante i giri lunghi in via IV Novembre, dall’intersezione con via Podgora all’intersezione con via Montegrappa; il divieto di sosta a tutti i veicoli in genere in via IV Novembre e in via S. Soprani.





Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2013 alle 17:31 sul giornale del 18 maggio 2013 - 1319 letture