utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

'Corretti i grillini su bollette Astea'. Latini apre alla proposta di M5S per più trasparenza

2' di lettura
1660

Dino Latini
La denuncia del movimento 5 stelle circa lo scomputo del 7% del costo acqua a carico dei cittadini, è giusta, così come è giusto che le norme e l’esito del referendum sull’acqua del 2011 vanno rispettati. Per chiarezza, va precisato che già la gestione dell’acqua per Osimo (e per gli altri 6 comuni di Astea oltre ai quattro di Acqua ambiente) avviene attraverso una società partecipata interamente dai comuni interessati (e non dai privati) , di cui le quote del 70% circa in capo a quelli Astea e il resto in capo a quelli di Acqua ambiente.

Proprio in questi giorni e nell’ambito del rinnovo del c.d.a. dell’Astea s.p.a. i sindaci di Recanati e Osimo hanno chiesto di incentrare le azioni future della società in una più marcata e chiara azione dei soci pubblici nell’ambito del servizio acqua, in modo da rafforzare e adempiere integralmente alle norme. Mi riferisco al piano degli investimenti delle reti acque chiare e di quelle reflue (fogne) che sono stati ampi in questi anni su tutto il territorio dei comuni (per circa oltre 10 milioni di euro) e che si prevede altrettanto pesante per il solo 2013/2014, al fine di rispettare il parametro imposto dalla norma specifica.

Si tratta in particolare del collettore fognario di San Biagio – Osimo Stazione (euro 480.000,00) , il collettore in zona Squartabue di Recanati (euro 150.000,00) e Costa Bianca di Loreto (euro 80.000,00), il collegamento al depuratore Alvata di Potenza Picena e a quello di Porto Recanati e la depurazione per la zona Gramsci e Regina Margherita di Porto Recanati.

Invece, va messo in atto, in modo chiaro e rispetto all’ATO 3 (soggetto che comprende tutti i comuni della Provincia di Macerata e i 7 della provincia di Ancona, fra cui Osimo) la fatturazione delle bollette dell’acqua che contenga effettivamente lo scomputo analitico della remunerazione del servizio da impiegare a favore del servizio stesso nei confronti dei cittadini. Su questo vi è ampia disponibilità a confrontarsi per individuare (non è semplice) le modalità attuative migliori per compiere il predetto scomputo.



Dino Latini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2013 alle 16:22 sul giornale del 13 maggio 2013 - 1660 letture