utenti online

Basket: finisce l'avventura della Robur nei play-off. Sconfitti 74-61 da una solida Bramante

3' di lettura 22/04/2013 - Purtroppo finisce qui. Una grande Robur non è riuscita a gettare il cuore oltre l’ostacolo. I ragazzi di coach Francioni escono battuti per 74-61 in quel di Pesaro contro la Bramante Basket. Nonostante il grande cuore e tenacia messa in campo dall’Edilcost non si è riusciti a vincere la serie, sebbene giovedì la Robur fosse riuscita a portare la compagine pesarese alla bella.

La cronaca della partita. Primo quarto in cui parte subito bene la Bramante che allunga di 7 punti. La risposta dei ragazzi di coach Francioni arriva nel secondo periodo, in cui si ricuce lo strappo e si arriva a chiudere sul +3. Nella terza frazione cambia la partita visto che la squadra pesarese piazza un break di 16-2 a suo favore e si porta avanti. Ultimo quarto in cui l’Edilcost riesce a rimontare e a tornare in partita fino al -4 quando mancano ancora quattro minuti da disputare. Ma la Bramante è squadra fredda e cinica e non sbaglia alcuni tiri importanti nel momento topico della partita mentre i ragazzi di coach Francioni non sono altrettanto precisi. Si chiude sul 74-61.

C’è grande rammarico per come è finita”'– ha esordito coach Francesco Francioni – 'purtroppo abbiamo pagato la fase ad orologio non proprio brillante che ha compromesso il nostro ottimo campionato regolare. Sapevamo che vincere a Pesaro non era facile, a tal proposito ancora complimenti alla Bramante, ma il punto era che non dovevamo ritrovarci in questa situazione. Ci tenevamo a passare almeno un turno play-off ma invece non è andata così.'

Questa è la quarta sconfitta su sei partite, mai la Robur aveva avuto una serie così negativa quest’anno: 'Si è vero, non ci era mai capitato ma siamo un po’ calati fisicamente. Abbiamo iniziato con tanti giovani, impostando un tipo di gioco basato molto sull’aggressività e la corsa, poi durante il campionato ci sono stati alcuni innesti e abbiamo dovuto modificare un po’ il nostro modo di giocare. Tuttavia i giovani che fin dall’inizio hanno dato il tutto per tutto lo hanno un po’ pagato in questa fase.'

Infine una notazione sul campionato appena trascorso: 'Siamo partiti dal nulla, non dimentichiamoci che fino all’anno scorso la Robur non aveva una prima squadra. All’inizio della stagione siamo partiti molto sottovalutati, poi con gli innesti durante il campionato sembrava che avremmo vinto tutto a man bassa. La realtà è che non eravamo una squadra debole all’inizio ma non siamo neanche fenomeni adesso. A volte ci vorrebbe maggior equilibrio nei giudizi, comunque è stata una bella esperienza e mi sento di ringraziare tutti, dai ragazzi, allo staff, al presidente, che hanno condiviso con me questo campionato. L’importante è stato far ripartire Osimo a livello di prima squadra e ci siamo riusciti.'

BRAMANTE PESARO - ROBUR OSIMO 74-61 (22-15, 10-19, 23-9, 19-18)

BRAMANTE PESARO: Longoni 16, Nardini 7, Marcelli, Baseotto, Terenzi 18, Iannetti, Paci 16, Polveroni 7, Consani 4, Lugli 6 All. Nicolini - Ugolini

ROBUR OSIMO: Ruini 14, Cardellini 4, Brandoni, Vignoni, David 6, Armento, Labate 15, Conti 12, Schiavoni 6, Magliani 4 All. Francioni

Arbitri: Uncini Francesco di Jesi (AN) e Nenci Andrea di Perugia (PG). G.S. Robur Basket








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2013 alle 11:01 sul giornale del 23 aprile 2013 - 1363 letture

In questo articolo si parla di sport, robur, play-off, sconfitta, bramante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/L6m





logoEV
logoEV