utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Castelfidardo: tutto esaurito per la serata finale de 'Madre Lengua'

1' di lettura
683

E’ la cronaca di un successo annunciato ma non per questo meno eclatante. Il teatro Astra 'R. Gasparri' ha registrato un pieno di pubblico e risate per l’appuntamento conclusivo di Madre Lengua, la rassegna di teatro dialettale organizzata da 'I Gira…soli' in collaborazione con l’assessorato alla cultura e alla Pro Loco.

Una serata dalla ricca scaletta, apertasi con l’esibizione fuori concorso della compagnia locale che ha interpretato l’ultimo lavoro di Stefano Pesaresi e Roberto Perini 'Na badante nun basta', proseguita con l‘intermezzo musicale di Gloria Nobili, Silvia Barbadori ed Elisa Campanari, l’interpretazione in perfetto dialetto castellano di Paolo Pieralisi di alcune poesie di Paolo Bugiolacchi i cui studi sul vernacolo hanno ispirato il nome della manifestazione e culminata con la cerimonia di premiazione.

Luca Pesaro, nella doppia veste di presentatore e giurato, ha infatti annunciato i verdetti di questa seconda edizione: migliore sceneggiatura alla compagnia dei Lucaroni di Mogliano per Lu matrimonio a casa de Mengrè; miglior attore Pietro Romagnoli (Lucaroni), attrice Emanuela Corsetti (Il Sipario di Jesi), caratterista Maria Cuccù (Tieffe di Fermo), premio Madre Lengua al Sipario di Jesi e speciale riconoscimento per l’originalità dell’opera alla Compagnia della Luna di Ancona.

A salire sul palco tracciando un bilancio altamente positivo, il sindaco Soprani che ha spronato a proseguire il lavoro con questo entusiasmo, il presidente Pro Loco Belmonti e gli altri componenti la giuria (Beniamino Bugiolacchi, Lorena Marzioli, Silvana Bisogni). Ma la conferma dell’appetibilità della formula è venuta dal pubblico, che ha decretato sistematici sold out, e dall’apprezzamento espresso dalla compagnie protagoniste delle cinque serate, unanimi nell’elogiare location, disponibilità e ospitalità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2013 alle 18:26 sul giornale del 26 marzo 2013 - 683 letture