utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ECONOMIA
comunicato stampa

Loreto: la direttiva europea sui pagamenti non funziona. Gli artigiani 'strozzati dal credito'

2' di lettura
447

CNA - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Ancora nessun miglioramento della situazione economica di zona. La presidenza della CNA di Loreto ha fatto il punto, nella sua ultima presidenza, della congiuntura economica cittadina. I due fronti più caldi per le imprese di zona, credito e pagamenti, sono ancora in una situazione di stallo, anzi in alcuni casi si registrano dei peggioramenti.

Anche l’entrata in vigore della direttiva europea sui pagamenti a 30/60 gg non ha prodotto sostanziali risultati. Siamo di fronte ad una stagnazione economica che perdura ormai da troppo tempo, aggravata dalla mancanza di credito e da crediti sempre più difficili da riscuotere.

Per quanto concerne il sistema creditizio, fanno notare alcuni dirigenti della CNA lauretana, siamo di fronte ad un nuovo ed ulteriore periodo di restringimento, con una rigidità del sistema bancario che si è accentuata. Sembra di essere di fronte ad un tira e molla estenuante che sta logorando anche i nostri imprenditori.

Altro elemento di criticità che con il passare degli anni sta mettendo in forte difficoltà il sistema delle PMI sono i pagamenti. L’entrata della direttiva europea che regolamenta i pagamenti a 30/60 gg non ha prodotto sostanziali risultati. La normativa, infatti, prevede che con l’accordo tra le parti vi possa essere una deroga alla tempistica di pagamento. Imprenditori segnalano l’arrivo dei contratti con la clausola derogatoria dei 30/60 già inserita e con la dicitura 'in accordo tra le parti'. Il rischio, se non si accetta, è quello di perdere il lavoro.

Siamo di fronte ad una situazione estremamente preoccupante – commenta Paolo de Angelis, presidente della Cna di Loreto – ed il passare del tempo senza interventi di sistema, in particolare nazionali ed europei, non fa che aggravare la posizione di moltissime PMI artigiane e non. Lo stallo politico nazionale rischia di portare a catena uno “stallo economico”, uno scenario che dobbiamo assolutamente scongiurare. La mancanza di liquidità, determinata dalla difficoltà dei pagamenti e da un sistema bancario sempre più rigido – conclude De Angelis – metta a rischio la tenuta del nostro sistema economico e a catena sociale. Occorrono misure urgenti per rimettere in circolo un po’ di liquidità e soprattutto un po’ di fiducia nel futuro.'



CNA - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2013 alle 17:40 sul giornale del 23 marzo 2013 - 447 letture