utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'

Loreto: in oltre mille persone al Palacongressi per il convegno su Chiara Lubich

2' di lettura
587

Chiara Lubich
Oltre mille persone si sono ritrovate al Palacongressi di Loreto in occasione del convegno 'Il sogno di Chiara Lubich: l’ideale del mondo unito. Percorsi sociali e culturali verso la fraternità universale', promosso dal Comune di Loreto unitamente alla comunità del Movimento dei Focolari delle Marche.

La manifestazione, proposta, nel quinto anniversario della dipartita di Chiara Lubich, fondatrice del movimento dei Focolari e che ha visto la partecipazione di tantissimi giovani, ha offerto uno sguardo a tutto campo sulle realtà sgorgate dal carisma dell’unità e sulla loro incidenza concreta nel campo culturale, sociale e religioso, a motivo delle quali, fin dal 1995, si sono moltiplicati i riconoscimenti da parte di organismi internazionali, accademici e di amministrazioni pubbliche, le cui motivazioni evidenziano in particolare l’apporto dato alla pace e all’unità tra i popoli, religioni, culture.

Ad accogliere e a salutare i numerosi intervenuti sono stati l’Arcivescovo di Loreto, mons. Giovanni Tonucci e il sindaco della città mariana Paolo Niccoletti che hanno sottolineato il particolarissimo e unico legame che unisce Loreto, città dal forte significato per le intuizioni qui avute da Chiara nel 1939, al Movimento dei Focolarini rivolgendo un particolarissimo saluto a Giulia Eli Folonari, responsabile del Centro Chiara Lubich.

Intervistata da alcuni ragazzi e da Paolo Loriga, caporedattore della rivista 'Città Nuova', che ha condotto e moderato gli interventi, Giulia Eli Folonari ha ripercorso e tracciato i tratti più rilevanti di questa significativa personalità del Novecento nella dimensione della sua spiritualità collettiva anticipatrice del Concilio e nell’incidenza del carisma per la realizzazione di un mondo unito grazie anche all’intervento di Bernhard Callebaut, docente di sociologia all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano e della Dott.ssa Rosalia Bigliardi, presidente del Movimento politico per l'unità delle Marche.

Dopo il conferimento della cittadinanza benemerita alla memoria di Chiara Lubich, consegnato il 25 ottobre 2009 dall’allora Sindaco di Loreto Pieroni alla attuale Presidente del Movimento Maria Emmaus Voce 'a sigillo di significativa gratitudine e calda riconoscenza per l’opera svolta da Chiara per la costruzione di una cultura di pace e di unità, che ha raggiunto gli ultimi confini della terra'.

La manifestazione si è conclusa con un’ ulteriore attestazione di stima e di riconoscenza avvenuta tramite il conferimento di un premio per una vita che ha generato un carisma, la cui luce illumina sempre più l’oggi e la storia, passata e futura, delle Marche, dell’Italia e del mondo intero.





Chiara Lubich

Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2013 alle 17:27 sul giornale del 11 marzo 2013 - 587 letture