Latini sul problema sanità: 'Come dire che l’avevo detto'

Dino Latini 1' di lettura 18/12/2012 - Lo scoppio del problema della sanità era previsto e prevedibile. Succede quando oltre ai tagli del governo si impone una politica troppo legata solo alla questione dei bugdet e di bilancio e meno alla sanità e ai servizi.

La distanza poi dei dirigenti non dei politici rispetto ai problemi è stata troppo grande e anche troppo calata dall’alto e questi sono troppi presi dal giudizio che pesa loro per una conferma, per essere attenti a fare le scelte necessarie che non impoveriscano il quadro delle risorse e dei servizi.

Non è un quadro drammatico (anzi rispetto a altre regioni è del tutto buono), ma la riforma della sanità va un po’ modificata tenendo conto delle esigenze di una presenza sanitaria vera sui territori e soprattutto bisogna avere il coraggio di tagliare il 20% della spesa stessa (quella degli sprechi, degli eccessi e dei mancati controlli. Un esempio? Un ex direttore di area vasta è parcheggiato senza fare nulla, perché?) ed è possibile perché ci sono le occasioni di farlo.


da Dino Latini
Capogruppo Assemblea Legislativa




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2012 alle 09:45 sul giornale del 19 dicembre 2012 - 608 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, ancona, dino latini, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HoJ





logoEV