utenti online

Dino Latini lancia l'allarme contro la criminalità

Dino Latini 1' di lettura 26/11/2012 - Il consigliere regionale sollecita la predisposizione di un nuovo progetto per combattere la micro criminalità e garantire sicurezza alla città. E mette sul tavolo una proposta.

La recente ondata di furti in abitazioni che si è consumata in molte zone della città di Osimo ha messo in giusto allarme la nostra popolazione, che chiede a gran voce di essere tutelata e salvaguardata dalla criminalità.

E’ necessario dunque mette immediatamente in atto una serie di misure e provvedimenti che consentano alla nostra comunità cittadina di reagire in maniera ferma e chiara all’avanzare di questo preoccupante stato di cose.

Cosa fare? Innanzitutto serve un ulteriore rafforzamento del ruolo e dell’azione delle Forze dell’Ordine su tutto il territorio comunale.

Ma ciò non basta: bisogna infatti mobilitare altre componenti. In tale ottica, penso al varo di un progetto ampio e articolato, che partendo dall’impiego di Volontari anziani utilizzati in opera di vigilanza capillare e passando attraverso convenzioni private in grado di mobilitare nell’azione di prevenzione privati e famiglie, porti poi a un nuovo patto che - coinvolgendo tutti i Sindaci dei Comuni della Valmusone - metta in essere una sinergia tra le diverse Polizie Municipali; sinergia che, coordinata dalla nostra Prefettura possa essere subito allargata alla Polizia di Stato, ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza.

Solo così potremo riuscire a evitare che il nostro territorio si trasformi in un’area di caccia per la malavita, come avviene in tante città di maggiori proporzioni


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2012 alle 12:07 sul giornale del 27 novembre 2012 - 1965 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sicurezza, osimo, api, dino latini, portonovo, criminalità, ripascimento, liste civiche per l'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/GuX





logoEV
logoEV