Tgr Marche filma il progetto della scuola secondaria di primo grado di Osimo

2' di lettura 19/11/2012 - Una troupe del TGR Marche ha visitato la scuola secondaria "C. Krueger" oer seguire il progetto Classe Digitale.

Sabato mattina scorso, 17 novembre, una troupe della trasmissione della TGR Marche “Buongiorno Regione” ha visitato la scuola secondaria di primo grado “Christine Krueger” per conoscere meglio il progetto della “Classe digitale” che, ad un anno dalla sua presentazione, sta dando importanti risultati a livello di apprendimento e del rapporto degli alunni con le nuove tecnologie.

Muniti di tablet, sotto la guida attenta di un preparatissimo gruppo di docenti composto dai professori Catia Curina, Valeria Fradeani, Stefania Giacché, Rossella Pistillo e Laura Ferranti, i ragazzi hanno potuto approfondire lo studio della musica e della storia, in particolare quella del 400, periodo di grandi cambiamenti e scoperte. Con l’ausilio di un innovativo sistema informatico le lezioni vengono registrate nel server della scuola e possono essere riviste dagli studenti utilizzando il proprio pc di casa. L’uso dei tablet è servito a migliorare l’integrazione e la socializzazione tra gli alunni e si è rivelato un valido supporto per quelli con disabilità. “Nel progetto – ha ricordato durante l’intervista il dirigente scolastico la Prof.ssa Elisabetta Monticelli Cuggiò - sono coinvolte due prime classi ed una seconda per un totale di 60 alunni. Puntiamo molto nella ricerca e cerchiamo sempre di preparare al meglio i nostri ragazzi. Vorrei sottolineare – ha aggiunto – che abbiamo partecipato anche al progetto nazionale sulla dislessia arrivando primi”.

“Il comune di Osimo - ha dichiarato il sindaco Stefano Simoncini - ha creduto sin da subito nella validità del progetto della classe digitale stanziando un apposito finanziamento. Vedere gli alunni così presi nell’utilizzo dei tablet e pronti ad apprendere con gioia è motivo di soddisfazione per tutti, soprattutto per i docenti che si impegnano quotidianamente nella loro formazione e per gli stessi genitori”. Si tratta di un’esperienza innovativa nel territorio, non solo per i dispositivi tecnologici utilizzati, quanto piuttosto per la fascia d’età degli studenti coinvolti. Docenti, genitori ed alunni durante l’anno scolastico dimostreranno quanto sia possibile affrontare in modo profondamente nuovo il processo di insegnamento-apprendimento attraverso l’uso delle tecnologie informatiche, coniugando l’esigenza di personalizzare i percorsi per i singoli studenti con la necessità, ormai improrogabile per le scuole, di adeguare la didattica ai nuovi canali di diffusione del sapere e ad i nuovi stili comunicativi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2012 alle 14:51 sul giornale del 20 novembre 2012 - 495 letture

In questo articolo si parla di scuola, cronaca, tgr marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Gcv





logoEV
logoEV