utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Severini (Pd) presenta una mozione per il recupero delle Fonti storiche osimane

2' di lettura
732

Riteniamo che il patrimonio delle Fonti Storiche osimane sia importantissimo, sia dal punto di vista storico, che architettonico ed idrico, ma che rischia seriamente di essere compromesso per sempre se non si interverrà in maniera graduale e progressiva con un serio progetto di recupero.

Dagli studi del dott. Morroni esistono nel territorio osimano 28 fonti storiche, e di queste ben 18 sono pubbliche. Come dimostrato dai sopralluoghi del dott. Morroni e di molti cittadini che percepiscono la gravità della situazione, emerge l’urgenza di un progetto di recupero complessivo, a partire dalla stessa Fonte Magna, ormai ridotta ad un acquitrinio impraticabile e pericoloso.

Per tali motivazioni è stata presentata una mozione –prima firmataria Argentina Severini, con Paola Andreoni- che impegna l’amministrazione comunale ad intervenire quanto prima al fine di salvaguardare, attraverso un attento e serio impegno delle risorse pubbliche, le fonti storiche di Osimo, che raccontano con la loro preziosa acqua, secoli di storia assolutamente da tutelare per le generazioni presenti e future.



Mozione: recupero Fonti Storiche

Premesso che

- Nel Comune di Osimo in base alle ricerche dello storico Massimo Morroni sono state censite un totale di 28 fonti storiche tra quelle pubbliche e quelle private

- In base alla lista del Comune di Osimo, 18 sono di proprietà comunale

Ritenuto che

- Tali fonti storiche costituiscono un importantissimo patrimonio storico, architettonico ed idrico per la nostra città che non può essere disperso

Considerato che

- In base ad osservazioni dirette, a quanto emerso dai recenti contributi storici del prof Morroni, oltre che a segnalazioni da parte di cittadini, la maggior parte di tali fonti versa in condizioni di abbandono

- Tale situazione, se non prontamente affrontata, rischia di compromettere per sempre l’esistenza nel futuro di tali fonti, perdendo così il rilievo storico, architettonico ed idrico ad essi legate

Aggiunto altresì che

La risorsa dell’acqua sia troppo preziosa per poter rischiare di perdere le fonti da cui essa scaturisce

I sottoscritti consiglieri comunali

Argentina Severini

Paola Andreoni

Impegnano l’Amministrazione Comunale

Ad avviare un progetto di recupero graduale e progressivo delle fonti al fine di renderle fruibili alle future generazioni, che rischierebbero altrimenti di esserne private per sempre.





Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2012 alle 15:49 sul giornale del 22 settembre 2012 - 732 letture