utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

L'U.A.A.R. ricorda la Battaglia di Castelfidardo: 'Un ritorno alla libertà di pensiero ed espressione'

1' di lettura
1303

UAAR

La mattina del 18 Settembre 1860, nei pressi della selva di Castelfidardo, fu combattuta la decisiva battaglia per il raggiungimento dell'Unità d'Italia, tra le truppe piemontesi e l'esercito pontificio.Quello scontro bellico può definirsi l'episodio conclusivo del Risorgimento italiano, pioché ad esso seguì solo la proclamazione dell'Unità nazionale.

Rappresentò inoltre la fine di uno dei più oscurantisti regni della storia d'Italia:quello pontificio.Un regno durato secoli e che si macchiò di immondi crimini, tra cui quelli dell'Inquisizione e della persecuzione politica e religiosa.Lo stesso Pio IX, ultimo "papa re", si rese responsabile di crimini vari, tra cui la condanna a morte del patriotta senigalliese Girolamo Simoncelli, le stagi di Perugia del 1859 e la condanna a morte di molti carbonari, intellettuali e liberali italiani.

Quella battaglia ha rappresentato il ritorno per tutti i cittadini marchigiani alla libertà di pensiero e di espressione. L'Uaar celebra ogni anno questo evento, contro ogni mistificazione o revisionismo storico che vuole cancellare uno dei significati più profondi del Risorgimento italiano:quello di aver liberato il nostro paese dall'oscurantismo religioso.



UAAR

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2012 alle 15:55 sul giornale del 19 settembre 2012 - 1303 letture