Feste Patronali, presentato il cartellone di eventi per il settembre josephino

5' di lettura 02/09/2012 - E’ entrato nel vivo il ricco cartellone di appuntamenti allestito per la festività patronale di San Giuseppe da Copertino.

Tra gli eventi più attesi la Nuova Coppa Pianisti, uno tra i più importanti concorsi musicali delle Marche, che si concluderà domani sera nella splendida cornice del teatro La Nuova Fenice. La direzione artistica del festival è stata affidata al celebre pianista Gianluca Luisi, senza testa d’adozione, che ha chiamato per l’occasione ad Osimo pianisti e studiosi di fama internazionale. L’evento, promosso dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’associazione Polo Music e l’Istituto Campana (che si ringrazia per la disponibilità), sta riscuotendo notevoli apprezzamenti dal pubblico e dagli stessi addetti ai lavori per l’elevata qualità espressa dai partecipanti.

Non mancheranno neppure gli appuntamenti religiosi proprio nella basilica dove sono custodite le spoglie del santo, in particolare la Festa della Famiglia, in programma domenica 9 settembre, alla quale parteciperà S.E. mons. Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo. Sabato 17, alle ore 18.30, ci sarà invece la processione per le vie del centro e la benedizione della città alla presenza del cardinale Giovanni Battista Re. Domenica 18, alle 11.30, verrà celebrata la santa messa alla presenza dei Minori Provinciali delle Famiglie Francescane delle Marche e dei rappresentanti dei Comuni di Assisi e Copertino. Da domenica 16 fino a martedì 18 invece, nello splendido salotto cittadino, si svolgerà la fiera di San Giuseppe. L’appuntamento clou sarà la sera del 18 con lo spettacolo della cantante marchigiana Lighea. A mezzanotte seguirà un imperdibile spettacolo pirotecnico. Il programma delle festività patronali prevede comunque tanti altri appuntamenti tutti da seguire a partire dalla cerimonia per il conferimento delle civiche benemerenze che si svolgerà sabato 17 alle 21.15 al teatro La Nuova Fenice. In contemporanea in piazza Buccolino verrà proposto il concerto degli Amici dello Zio Pecos. Per gli amanti del ciclismo martedì 18, alle 14.00, prenderà il via la XXV° edizione del Trofeo Rigoberto Lamonica, la gara dilettantistica riservata alla categoria elite-under 23 che vede la presenza dei migliori talenti nazionali e di numerose squadre straniere.

Durante la conferenza stampa di presentazione delle iniziative patronali Padre Giancarlo Corsini, ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali di Ancona, ha dato alcune anticipazioni in merito al 350° anniversario della morte di San Giuseppe da Copertino che cadrà il prossimo anno. Per l’occasione si provvederà ad alcuni lavori di restyling della cripta e della cameretta del santo. In particolar modo la teca che custodisce le spoglie necessita di interventi per migliorare la conservazione delle reliquie visto che l’ultima ricognizione risale al 2 maggio del 1963. Sarà realizzata una nuova teca trasparente e verrà rifatta la maschera di San Giuseppe in modo ancor più realistico. L’intento è di umanizzare maggiormente la reliquia mantenendo allo stesso quella sobrietà che ha sempre contraddistinto l’ordine dei francescani e la vita stessa del santo dei voli.

Dal 5 ottobre la cripta resterà chiusa per permettere l’inizio dei lavori diretti dall’architetto Luca Schiavoni, mentre un’apposita commissione di esperti, selezionati da S.E. mons. Edoardo Menichelli si occuperà della ricognizione del corpo che si terrà lo stesso giorno alle 16.00 alla presenza del Padre Generale dei Frati Minori Conventuali e dei sindaci di Osimo e Copertino. Il restyling della cripta riguarderà non soltanto il reliquario, ma l’intera struttura. Verranno tolti alcuni elementi per facilitare il raccoglimento e la preghiera dei fedeli, in particolar modo saranno eliminate le vetrate che cingono l’altare (ciò si è reso necessario anche per motivi di sicurezza). Inoltre sarà realizzato un breve percorso didattico in cui si ripropone in breve la vita del santo. L’intervento nella cameretta di San Giuseppe servirà a rendere più fruibile e coerente l’intero percorso di visita dei luoghi josephini. I lavori termineranno entro Natale, anche se si spera di farlo per il 29 novembre in cui ricade l’anniversario della regola francescana.

Oltre gli interventi a carattere strutturale ci saranno anche importanti iniziative volte a diffondere il messaggio josephino, la vita del santo ed il suo percorso mistico. Il 10 febbraio il Capitolo Generale dell’Ordine Francescano verrà in visita ad Osimo per venerare le spoglie del Santo, saranno pubblicati i processi di santificazione di Assisi ed Osimo, fino ad oggi invece gli studiosi avevano a disposizione solo quello di Nardò. Si sta provvedendo anche alla pubblicazione del convegno sulla mistica promosso tre anni fa e ricco di spunti di riflessione. Il calendario celebrativo per il 350° anniversario della morte di San Giuseppe da Copertino aprirà il 17 settembre del 2013, nei mesi successivi il corpo verrà concesso per un breve periodo ai fedeli di Copertino. Con molta probabilità durante il viaggio verrà realizzato un apposito percorso che toccherà alcuni comuni ai quali è legata la vita del santo.

Il sindaco Stefano Simoncini oltre a ringraziare i frati minori conventuali, che rappresentano un importante punto di riferimento per l’intera cittadinanza, ha espresso profonda soddisfazione per gli interventi che verranno eseguiti. Si sta lavorando anche al gemellaggio con la città di Cupertino in California (nella rinomata Silicon Valley) dove hanno sede i più grossi colossi informatici tra cui la Apple. La città prende il nome proprio dal santo patrono osimano. Inoltre è ancora in cantiere la fiction sulla vita di San Giuseppe con la sceneggiatura scritta dal grande Ennio De Concini. “San Giuseppe - ha aggiunto il primo cittadino – è un personaggio particolarmente attuale, per la sua semplicità e per la grande forza e tenacia espressa nei momenti più difficili della sua vita. Rappresenta anche un’importante attrattiva turistica. Sono in crescita le presenze dei turisti che sempre più spesso vengono in città in piccoli nuclei, per lo più a carattere familiare. Il turismo religioso infatti sta rappresentando, specie negli ultimi tempi un fondamentale volano per la nostra economia”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2012 alle 10:53 sul giornale del 03 settembre 2012 - 2116 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, san giuseppe da copertino, Comune di Osimo, notizie osimo, patrono osimo, programma patrono osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DnQ





logoEV