'Calici di Stelle', edizione record: in 20mila ad Osimo per l'appuntamento clou dell'estate

3' di lettura 12/08/2012 - In 20 mila persone hanno brindato alzando i calici alle stelle per la 15° edizione dell’evento clou dell’estate osimana che ha richiamato tantissimi turisti da ogni parte delle Marche.

Calici di Stelle non è soltanto una tradizione consolidata, ma un appuntamento ormai immancabile per gli amanti del buon vino. Il successo della manifestazione è evidente: numerosi appuntamenti, 18 cantine coinvolte, visite alle principali attrattive della città, tanta musica e l’osservazione dei corpi celesti. Sono numeri che confermano per Calici di Stelle un vero e proprio trionfo.

Il segreto di questo successo – dichiara il sindaco Stefano Simoncini – risiede nella perfetta macchina organizzativa gestita dalla Asso con il presidente Graziano Palazzini ed il direttore amministrativo Franco Natalucci in prima linea. Un ringraziamento particolare va a tutti i collaboratori ed al personale della società partecipata, al suo cda con il vice presidente Marinelli ed il consigliere Caproni, senza dimenticare le cantine, gli espositori, gli astrofili che hanno spiegato la magia delle stelle e tutti gli artisti che hanno contribuito all’ottima riuscita dell’evento: dalle band musicali fino agli scrittori, senza tralasciare nessuno, perché l’apporto di tutti è stato fondamentale”.

Un altro motivo che reputo assolutamente fondamentale per spiegare la grande presenza di pubblico – sottolinea l’assessore alla cultura ed al turismo Achille Ginnetti - è lo standard di qualità: l’Associazione Nazionale Città del Vino e il Movimento Turismo del Vino siglano ogni anno un vero e proprio protocollo d’intesa che regola la collaborazione tra le due organizzazioni e che detta i principi a cui ogni singolo appuntamento deve attenersi. Molti visitatori infatti sono entrati con l’intento ben preciso di assaggiare questo o quel vino, a riprova che nel tempo la nostra manifestazione ha promosso le cantine del territorio. Un terzo, ma non ultimo, motivo che giustifica la popolarità di Calici di Stelle è l’idea stessa di una rete d’appuntamenti che vanno sotto questo nome: al di là degli ovvi vantaggi di natura comunicativa, ma sapere che la sera del 10 agosto ad Osimo e in altre piazze italiane un milione di persone brindano insieme osservando lo stesso cielo, dona alla magica notte di San Lorenzo un tocco di fascino in più e forse la leggera idea di un’Italia ancora unita nel nome del buon vino”.

La degustazione di questo nettare così prelibato è stata inoltre accompagnata da momenti di grande cultura, dalla visione di Saturno sul maxischermo all’introduzione al fenomeno delle stelle cadenti da parte del dott. Carlo Rinaldo fino alle visite guidate alle grotte Simonetti e del Cantinone e alle esposizione di artisti, pittori e fotografi osimani.

”Un grazie va quindi agli enti coinvolti - aggiunge il primo cittadino - tra cui il Movimento Turismo del Vino e Città del Vino, agli sponsor e agli uffici comunali che hanno collaborato fattivamente per consentire a tanti di brindare insieme nella notte di san Lorenzo”. La manifestazione ha posto anche particolare attenzione al consumo moderato di bevande alcoliche mediante prova di etilotestmonouso quale strumento di sensibilizzazione per la prevenzione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2012 alle 11:10 sul giornale del 13 agosto 2012 - 3018 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, Comune di Osimo, notizie osimo, calici di stelle 2012, calici di stelle osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CLl





logoEV