'Auximum MMXII', successo di pubblico per Giacobbo e per le Feste Romane

2' di lettura 04/06/2012 - Osimo sembra proprio trovarsi a sua agio nel rivivere l’età romana dove Auximum era un’importante colonia legata a Pompeo Magno.

Le “feste romane” hanno richiamato nelle vie del centro storico tantissimi visitatori, le stime delle viglia di oltre 30 mila presenze, sono state ampiamente superate tanto che all’ora di cena si sono formate lunghe file nei pressi delle taberne e degli esercizi enogastronomici. Tutto esaurito anche al “Convivium”, allestito nel chiostro di San Francesco del Santuario di San Giuseppe da Copertino, dove gli ospiti hanno potuto degustare la cucina romana serviti da ancelle in costume. Tra loro, oltre le autorità e numerosi turisti, che non hanno voluto rinunciare a questo gustoso appuntamento, anche il giornalista Roberto Giacobbo.

Il conduttore della seguitissima trasmissione di Raidue Voyager ha intrattenuto successivamente in piazza Duomo più di mille spettatori ripercorrendo con il professor Livio Zerbini dell’Università di Ferrara “La storia di Roma ed il fascino della scoperta”. Nell’occasione Giacobbo ha lanciato l’ipotesi concreta di un’altra storia, mettendo in discussione se siamo davvero sicuri di essere la prima civiltà evoluta che ha abitato questo pianeta. Dubbi che sono emersi grazie alle prove e ricerche effettuate in oltre vent’anni di attività e che sono spiegati esaustivamente nel suo ultimo libro “Da dove veniamo? La storia che ci manca” edito da Mondadori. Giacobbo è stato interrotto in più riprese dagli applausi del pubblico che è rimasto letteralmente incantato dalla maestrai e semplicità con cui il conduttore di Voyager ha raccontato episodi di storia romana e presentato alcuni dubbi sulle origini dell’umanità. A fine serata è stato preso da assalto da piccoli e grandi pronti a farsi autografare il libro o per scattare una foto con il “gigante” della televisione italiana. Il divulgatore scientifico è infatti alto 2 metri. “Sono particolarmente soddisfatto di essere venuto ad Osimo – ha dichiarato Giacobbo – iniziative come “Auximum MMXII” sono fondamentali per trasmettere alle nuove generazioni la passione per la nostra storia e le nostre origini”. Alla domanda se intende ritornare nella città senza testa per girarvi un documentario Giacobbo si è detto pronto a farlo “anche se per ogni puntata di Voyager – ha aggiunto – ci vogliono quasi sei mesi di lavoro”.

Seguitissime sono state anche le sfilate, i cortei ed il combattimento tra i gladiatori.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2012 alle 16:04 sul giornale del 05 giugno 2012 - 1911 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, Comune di Osimo, osimo romana, notizie osimo, auximum mmxii, legio I italica, roberto giacobbo osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zVQ





logoEV
logoEV