utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Severini (Pd) sul Palabaldinelli: 'Andrebbe ribattezzato il Palazzetto di San Patrizio'

2' di lettura
3541

Prendiamo atto che per il consigliere Cappanera la realizzazione del Palabaldinelli è stata un’ottima scelta politico-amministrativa della gestione Latini: il consigliere di Su la Testa fa la difesa di ufficio del Palabaldinelli...

...che a mio avviso potrebbe oggi essere ribattezzato il Palazzetto di San Patrizio, in quanto continuerà a costare ai cittadini un sacco di soldi per molti anni ed è ridotto a distanza di poco tempo ad una cattedrale nel deserto che viene utilizzata per tutto, tranne che per gli scopi iniziali, costato solo di investimento 5.069.654 euro, a cui vanno aggiunti centinaia di migliaia di euro di perdite e di contributi per la gestione alla Geosport e alla Robur.

Questa vicenda serve soprattutto per dimostrare quanto sia stata poco oculata la politica legata al patrimonio pubblico durante l’amministrazione Liste Civiche: di fronte all’emergenza legata all’edilizia scolastica e addirittura ad un piano di alienazioni del patrimonio pubblico sproporzionato, si è preferito realizzare un palazzetto nel posto più sbagliato del mondo per una squadra che ora non può neanche più farci gli allenamenti, e in cui l’amministrazione è costretta ad inventarsi sagre e fiere di ogni tipo per dargli un senso e giustificare i suoi costi attraverso un minimo di attività.

Intanto la spesa per la collettività peserà per decenni (il comune paga circa 160.000 euro l’anno per il mutuo di 20 anni a tasso variabile, e altrettanti 200.000 ne paga la Geosport, ossia l’Astea). Per avere quale risultato? Ricordiamo che dal 2004 al 2011 le perdite della Geosport ammontano a 776.512 € , mentre di tutti i presunti introiti sull’indotto non è stato fatto minimamente cenno all’interno dei vari comunicati a firma Liste Civiche.

Abbiamo già ampiamente detto che il costo è a carico della collettività, indipendentemente dal fatto che i costi vadano ad incidere direttamente sulle bollette o su servizi in meno ai cittadini.

Tutto ciò per avere una squadra come la Robur che per la prima volta nella storia non si è potuta iscrivere al campionato e a cui è precluso l’utilizzo del palazzetto. Ma certamente su tale punto il nuovo cda della Robur avrà di che spiegare.

Nel frattempo Latini ci spiega l’Imu ed invita i sindaci al contenimento delle aliquote: ma con quale faccia lo fa, dopo aver fatto scelte tanto pesanti che noi cittadini dovremo sobbarcarci per anni?

La conclusione può essere solo una: avevamo bisogno di scuole e ci han rifilato “sòle”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2012 alle 12:49 sul giornale del 26 maggio 2012 - 3541 letture