utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Paola Andreoni (Pd): 'Ad Osimo non si parla più di IMU'

2' di lettura
564

Paola Andreoni - capogruppo Pd in Consiglio Comunale di Osimo

Oltre alla dispendiosa rèclame politica che sta facendo Latini - rappresentante del partito di Rutelli in Regione - con vele e volantini dal contenuto tanto incerto quanto incomprensibile nella sostanza, dell’Imu ad Osimo nessuno ne parla più.

L’Amministrazione Comunale, dopo aver organizzazto riunioni nei Consigli di quartiere finalizzati alla presentazione dell'Imu, ancora non ha manifestato quali potrebbero essere le decisioni che potrebbero essere assunte rispetto alle aliquote da applicare.

Io stessa in qualità di capogruppo del Pd, ho richiesto una convocazione della Conferenza dei capigruppo per discutere e confrontarsi con Assessori e tecnici riguardo agli aspetti relativi alla nostra realtà da tenere in considerazione nella definizione delle aliquote Imu. La conferenza non si è potuta tenere per il veto posto dai capigruppo delle Liste “Simoncini&Latini-APIdiRutelli”. Anche la richiesta dei documenti utili per capire la portata dell’Imu, rivolta all’ufficio finanze e tributi, dopo quasi due mesi dal suo inoltro non ha avuto ancora seguito.

Tutto lascia pensare che per l’Amministrazione Comunale l’Imu sia divenuta un tabù. Eppure è già trascorso metà anno 2012 e del bilancio di previsione ancora non si conosce nulla. La questione invece è alquanto seria e compito dell’Amministrazione è quello di agire strategicamente nei riguardi delle imposte almeno su quegli aspetti che sono di esclusiva competenza comunale.

A riguardo mi riferisco alla possibilità di prendere in considerazione, al fine di compensare, in parte, i costi dell’Imu a carico delle famiglie, un abbassamento dell’addizionale IRPEF che ricordiamo sotto l’amministrazione delle Liste “Simoncini&Latini-APIdiRutelli” è stata raddoppiata passando dall’0,4% allo 0,8%. Un confronto anche con le opposizioni in questo senso potrebbe mettere in luce i pro e i contro rispetto ad una simile proposta. Va specificato che l’intento non è quello di mettere in difficoltà L’Amministrazione, piuttosto quello di capire i margini di una simile proposta e le ragioni che sostengono un eventuale impossibilità da parte dell’Ac di intraprendere una decisione in tal senso.

Il Consiglio Comunale non è l’organo di ratifica delle decisioni assunte dall’AC. Il gruppo del Partito Democratico vorrebbe esprimere le proprie opinioni nelle sedi opportune.

Colgo l’occasione per richiedere la condivisione della necessità di un confronto riguardo alla tematica di cui sopra al capogruppo delle liste civiche Graziano Sabbatini, al capogruppo di liberi e forti Giuseppe Beccacece, al capogruppo Pirani e al capogruppo Franchini di Sel.



Paola Andreoni - capogruppo Pd in Consiglio Comunale di Osimo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2012 alle 12:12 sul giornale del 21 maggio 2012 - 564 letture