L'europarlamentare Magdi Cristiano Allam ospite dello Ju-Ter Club

4' di lettura 20/05/2012 - Un personaggio controcorrente, che da anni vive sotto scorta, ma che non si lascia intimidire continuando ad incontrare il pubblico per presentare la sua “Europa Cristiana Libera”.

L’europarlamentare di “Io Amo l’Italia” Magdi Cristiano Allam ha fatto visita allo nostra città in occasione della rassegna letteraria “I Contemporanei”, promossa dai circoli culturali Ju-Ter Club e + 76 e patrocinata dal Comune di Osimo.

In una gremita aula magna del Comune l’ex vice direttore del Corriere della Sera ha voluto risvegliare gli animi dai pericoli che stanno insidiando dall’interno il nostro Paese e l’Europa. Fra questi, il nichilismo, cioè la negazione di ogni valore; il materialismo e il consumismo, che hanno portato alla "cosificazione " della persona e della vita stessa; il relativismo, che pone sullo stesso piano di verità tutte le confessioni e tutte le ideologie; il laicismo, che rifiuta la presenza della religione e della spiritualità nell'ambito della sfera pubblica. Ma anche il buonismo, che immagina il rapporto con l'altro solo in termini di arrendevolezza e acquiescenza, e il multiculturalismo, ovvero l'illusione che si possa gestire una comunità di persone appartenenti a culture, fedi ed etnie diverse senza un collante identitario, limitandosi a elargire a piene mani diritti e libertà. “Non ci può essere integrazione e quieto vivere se non si fanno rispettare le regole, se chi è nostro ospite può piantare liberamente la sua “tenda” nella landa deserta dell’Europa. Un continente che sta perdendo la sua anima, la cui forza è stata sempre la comune radice cristiana, l’unica “lingua” che ha permesso ai suoi Paesi di crescere e di affermarsi come potenze mondiali. In un mondo dove regna la globalizzazione, gli unici a non essere globalizzati sono i diritti fondamentali della persona.

L’avvento del fondamentalismo in gran parte dei paesi coinvolti dalla primavera araba, è motivo di preoccupazione per i cristiani del posto, ma lo deve essere anche per l’Europa che non solo rinuncia alle sue radici cristiane, ma si vergogna persino di esse”. A proposito del rapporto tra le religioni Magdi Cristiano Allam spazza via qualsiasi equivoco sul comune denominatore della pace “non esiste un islam moderato - ha detto l’europarlamentare che alla vigilia di Pasqua del 2008 venne battezzato a san Pietro da papa Benedetto XVI - mentre certamente ci sono dei mussulmani moderati”. Per evitare conflitti Magdi Cristiano Allam chiede che le chiese, le sinagoghe e le stesse moschee siano delle “case di vetro” dove regni la massima trasparenza e si parli la lingua italiana. Troppo spesso capita di imbattersi in imam che incitano alla violenza o arruolano kamikaze che si fanno poi esplodere nei paesi coinvolti dal perdurante conflitto medio-orientale.. Al di là dell’aspetto religioso, Allam si è soffermato a discutere panche di politica i virtù di questo nuovo ruolo che ha deciso di ricoprire nel 2009 lasciando il Corriere. “L’argomento degli ultimi mesi - ha sottolineato - è l’Imu che ritengo una tassa sbagliata. Le persone devono pagare una sola tassa, la presenza di numerosi balzelli è ingestibile e sta letteralmente stressando la popolazione, si deve tassare il reddito. Se chi è stato più lungimirante ha preferito investire i propri risparmi sulla casa anziché sui bond argentini o Parmalat non lo si può punire per questo.

Allam ha parlato anche di spread, un termine senza il quale abbiamo vissuto dignitosamente per tanti anni e che ora sta diventando il principale dei nostri problemi. “Il materialismo sta prendendo il posto della persona nella scala delle priorità è questo va evitato”. L’incontro con Magdi cristiano Allam durato per circa due ore è stato seguito con particolare interesse dal pubblico che ha posto numerose domande. Il sindaco Stefano Simoncini, nel suo intervento si è detto soddisfatto di questa piacevole conversazione con chi scrive il presente, come recita il sottotitolo della rassegna. Magdi Cristiano Allam - ha aggiunto il primo cittadino - ci ha voluto ricordare di non perdere di vista quei valori che hanno portato il nostro Paese fatto di piccole e medie realtà a diventare protagonista dello scenario internazionale. Il confronto di idee è fonte di arricchimento. La vata partecipazione di concittadini alla serata con l’europarlamentare di “Io Amo l’Italia”, testimonia ancora una volta la grande vivacità in ambito culturale della comunità osimana. A Magi Cristiano Allam auguro sempre nuovi successi e di ritornare presto nella nostra città.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2012 alle 11:46 sul giornale del 21 maggio 2012 - 611 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, ju-ter club, Comune di Osimo, juter club osimo, notizie osimo, circolo +76, magdi allam osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zii





logoEV
logoEV