utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Il 26 ed il 27 maggio Osimo ospiterà i Campionati Nazionali assoluti di bocce

5' di lettura
1061

1070 atleti, 44 giudici, 28 commissari, 12 titoli in palio e 28 bocciodromi sono i numeri dei Campionati Nazionali Assoluti di bocce Senior per le categorie A-B-C-D nelle specialità Individuale, coppia e terna, che si svolgeranno ad Osimo il 26 e 27 maggio.

Nell’occasione saranno coinvolte tutte le bocciofile della provincia di Ancona ad eccezione di Filottrano, che deve ancora fare i conti con i danni causati al bocciodromo dalla grande nevicata dello scorso febbraio. La città senza testa, com’è emerso nella conferenza stampa di presentazione nell’aula magna del Comune, è pronta ad ospitare questa prestigiosa kermesse. La finalissima si disputerà al Palabaldinelli, a Casenuove di Osimo, dove si è disputata recentemente anche la semifinale del Campionato Italiano di pallavolo vinto dalla Lube Banca Marche Macerata.

“Sono particolarmente soddisfatto di ospitare una delle più rilevanti competizioni nazionali. I più grandi interpreti di questa disciplina si daranno, infatti, appuntamento, ad Osimo per conquistare la vittoria in questa che è considerata “la gara che vale una carriera – ha dichiarato il sindaco Stefano Simoncini - La maglia tricolore è, infatti, un traguardo ambito e sognato da ogni atleta. Un successo del quale si andrà sempre fieri ed orgogliosi e che entra nei ricordi indelebili di ogni giocatore. Per due giorni, Osimo con tutti i bocciodromi della provincia di Ancona, diventerà un enorme palcoscenico delle bocce. Tutti coloro che lo vorranno, potranno godere della bellezza di questo sport sia da un punto di vista tecnico che agonistico. Le bocce sono l’unica disciplina in cui i nonni possono giocare e confrontarsi con i nipoti. Uno sport antico che fa parte della nostra tradizione e che viene portato avanti con grande impegno e passione dal comitato marchigiano. Al presidente del comitato organizzatore Gregorio Gregori e a tutti i suoi collaboratori, che hanno realizzato una così imponente macchina organizzativa pronta ad accogliere con calore l’esercito di atleti, appassionati e tifosi che sono coinvolti in ogni Campionato Italiano, va il mio più sentito ringraziamento. Grande certamente sarà stato l’impegno e il lavoro che hanno profuso per rendere, a tutti i partecipanti e presenti, questa due giorni uno splendido momento di cultura e sport. Noi come Amministrazione crediamo fortemente in questo appuntamento, la pratica sportiva, soprattutto in periodi di criticità come quello che stiamo vivendo, rappresenta un elemento positivo non soltanto per i benefici che apporta a livello fisico, ma anche per i valori e i messaggi che trasmette. La socializzazione, il rispetto dell’avversario e la voglia di migliorarsi sempre sono degli elementi che non dovrebbero mancare mai nella vita di tutti i giorni”.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche il vice presidente della Federazione Italiana Bocce Pietro Brucciani che si è complimentato per l’entusiasmo espresso dal primo cittadino. “Sono certo – ha proseguito – che tutti i giocatori sapranno esprimere al meglio le loro capacità tecniche-agonistiche per riuscire a conquistare il tanto ambito scudetto di campione nazionale”.

Il consigliere nazionale delle Federazione Olivio Togni ha ricordato il profondo legame tra la città di Osimo ed il mondo delle bocce. La prima coppa del mondo si svolse proprio nella nostra città nel 1992.

Tra i sostenitori della candidatura di Osimo a sede dei campionati italiani anche il consigliere regionale Dino Latini che si è prodigato per garantire tutto l’appoggio possibile da parte della Regione Marche.

“Ad Osimo – ha aggiunto il presidente regionale della Federbocce Andrea Evangelisti – siamo legati anche per il connubio che abbiamo istaurato da diversi anni con la Lega del Filo d’oro. I nostri atleti non si distinguono solo dal punto di vista sportivo, ma anche umano. Sono quindi particolarmente soddisfatto che l’Italia boccistica ritorni nella nostra regione, specialmente ad Osimo, per vivere il momento più atteso dell’anno.

Il CONI provinciale di Ancona per voce del vice presidente Franco Leonarduzzi ha ricordato il grande impegno profuso dal mondo delle bocce in un contesto economico particolarmente difficile anche per lo sport.

Il presidente del comitato organizzatore e della FIB Ancona Gregorio Gregori ha avuto invece l’impegnativo compito di presentare nei dettagli la kermesse tricolore. Venerdì 26 alle 18.30 a palazzo Campana si terrà la conferenza stampa della vigilia in cui verrà presentata fin nei minimi dettagli la due giorni nazionale. Dalla mattina di sabato 26 nei bocciodromi della provincia partirà la fase eliminatoria che si concluderà con la finalissima di domenica 27, alle 14.00, al Palabaldinelli. Sabato sera invece presso il bocciodromo della sacra Famiglia di Osimo si svolgerà la finale del terzo e quarto posto.

A concludere la presentazione ufficiale ci ha pensato l’assessore allo sport del Comune di Osimo Sandro Antonelli “Da sportivo – ha sottolineato – non posso che essere soddisfatto di ospitare il campionato italiano nella mia città. Osimo vanta un’importante tradizione nella disciplina delle bocce, sia a livello di risultati sportivi che per quanto riguarda l’organizzazione di tornei. Da questo mondo possiamo imparare molto, in ogni partita si respira sempre un clima di amicizia e socializzazione. Altro elemento di cui il mondo delle bocce può andar fiero è la solidarietà dimostrata verso istituzioni benemerite come la nostra Lega del Filo d’Oro”.

Appuntamento quindi ad Osimo sabato 26 e domenica 27 maggio per partecipare all’importante pagina sportiva dei campionati Italiani di bocce senior.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2012 alle 17:05 sul giornale del 17 maggio 2012 - 1061 letture