utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Judo, il club Sakura secondo classificato al Trofeo 'Cantina Lungarotti'

6' di lettura
3349

Ancora buoni risultati per il Judo Club Sakura Osimo ASD, che nel weekend appena trascorso ha partecipato con successo a due importanti appuntamenti stagionali: sabato 5 maggio a Marotta di Mondolfo (PU), per le fasi regionali di qualificazione ai Campionati Italiani Esordienti B; domenica 6 maggio a Torgiano (PG) per la seconda edizione del Trofeo “Cantina Lungarotti”.

A Marotta, tre dei sei osimani in gara hanno centrato l’obiettivo qualificazione. Nella categoria al limite dei 55 kg i fratelli Davide e Salvatore Pagano, classificandosi rispettivamente primo e secondo su sette partecipanti, si sono aggiudicati entrambi un posto alle Finali di Ostia del prossimo 26 maggio. Stefano Di Renzo Mannino, con tre incontri vinti, ha dominato la categoria al limite dei 60 kg, dunque anche lui andrà al Centro Olimpico di Ostia per disputare il campionato nazionale. È andata male invece a Filippo Marra nei -73 kg: il terzo posto conquistato non è risultato sufficiente per staccare il pass per le Finali. I fratelli Michele e Pietro Andrenelli, rispettivamente nei -40 kg e -45 kg, sono stati un po’ penalizzati dalla poca esperienza agonistica sulle spalle: entrambi non sono riusciti a vincere nemmeno uno incontro, ma hanno comunque dimostrato di essere attenti al lavoro svolto in palestra e di poter fare bene.

A Torgiano invece, la gara è stata suddivisa in due momenti distinti: la mattina sono saliti sul tatami gli atleti e le atlete delle classi agonistiche più i Ragazzi, le cui competizioni prevedevano l’assegnazione del Trofeo “Cantina Lungarotti”; il pomeriggio si sono messi alla prova i Bambini e i Fanciulli, per la manifestazione a carattere propedeutico.

Ecco i piazzamenti della mattina:

RAGAZZI (2002-2001)

Francesco Giuliodori nella categoria di peso -36 kg si è classificato al settimo posto: ha perso il primo incontro di solo uno yuko, poi, nei recuperi, ne ha vinto uno per ippon a terra ma non è riuscito a vincere il terzo.

Nella categoria al limite dei 45 kg, il Sakura ha schierato Mattia Proietti e Filippo Mucci. Partito un po’ titubante, Mattia è riuscito comunque a vincere il primo incontro per due yuko; poi si è caricato e ha vinto brillantemente per ippon (come suo solito) anche i tre incontri successivi, salendo così sul gradino più alto del podio. Filippo ha vinto ben tre incontri per ippon, senza troppo faticare: nel primo, in particolare, ha fatto “volare” l’avversario con un uchi mata da manuale; nella finale di categoria non è riuscito a superare l’amico Mattia e si è dovuto pertanto accontentare della medaglia d’argento.

Annalisa Gianfelici nei -66 kg ha effettuato un solo incontro: l’ha vinto rapidamente con un goshi guruma mancino tirato alla perfezione e si è dunque classificata al primo posto.

ESORDIENTI A (2000)

Costretta a gareggiare in una categoria di peso superiore (i -36 kg), la grintosa Erika Ghisu è riuscita a vincere, pur con qualche difficoltà, l’unico incontro effettuato, con un’immobilizzazione a terra che le ha regalato la medaglia d’oro.

Noemi Frontalini ha gareggiato nella categoria al limite dei 44 kg, che contava tre atlete iscritte: purtroppo non è riuscita a “trovare la quadra”, perdendo entrambi gli incontri svolti in pochi secondi e senza riuscire a difendersi adeguatamente. Noemi si è piazzata sul gradino più basso del podio.

In gran forma invece Matias Marzocchi, che si è imposto con forza sui suoi due oppositori nella categoria -60 kg: nel primo combattimento, ha ottenuto ippon grazie alla tecnica di o uchi gari; nel secondo, ha schienato l’avversario con un potentissimo ko soto gari che gli ha consentito di conquistare la medaglia d’oro.

CADETTI (1997-1996)

Lorenza Giuliodori ha vinto con due splendidi ippon entrambi gli incontri svolti: si è piazzata al primo posto su quattro partecipanti nella categoria -57 kg.

Michelangelo Mezzelani e Nicola Di Renzo Mannino hanno gareggiato nei -66 kg: entrambi hanno vinto l’incontro di accesso alla finale (Michelangelo con una efficacissima tecnica di strangolamento; Nicola al golden score, con qualche difficoltà in più), dove poi si sono affrontati, ma Nicola ha avuto la meglio, classificandosi dunque al primo posto davanti al compagno di squadra Michelangelo, arrivato secondo.

Non ha potuto combattere Eleonora Braconi, in quanto sola nei -70 kg.

JUNIORES (1995-1994-1993)

Walter Lasca ha dominato la categoria -66 kg: ha vinto ben tre combattimenti, classificandosi al primo posto su otto partecipanti. L’incontro certamente più emozionante è stato la finale, che Walter ha vinto meritatamente all’hantei (giudizio arbitrale) e in cui si è dimostrato nettamente superiore all’avversario in tecnica, fiato, dinamicità degli attacchi, decisione.

Per il Sakura, dei dodici atleti impegnati nella gara della mattina, undici sono andati a podio: nel dettaglio, il Club osimano ha ottenuto complessivamente 104 punti, con otto ori, due argenti ed un bronzo, classificandosi dunque al secondo posto nel medagliere su trenta società, dietro solo al numerosissimo team di Foligno (che peraltro ha ottenuto due primi posti in meno).

Nella “garetta” del pomeriggio invece non sono state stilate classifiche, perché l’idea degli organizzatori era quella di dare ai più piccoli l’opportunità di confrontarsi, senza podi né medaglie diversificate. Di seguito, le prestazioni dei piccoli judoka osimani:

BAMBINI (2007-2006-2005)

Massimo Teoli (-21 kg) ha perso due incontri e ne ha pareggiato uno.

Giorgia Teoli (-21 kg) ha vinto il primo incontro, poi ha perso e pareggiato gli altri due.

Daniele Braconi (-22 kg) ha vinto due combattimenti e ne ha perso uno.

Francesco Cartechini (-28 kg) – alla sua prima esperienza di gara – ha vinto un incontro e perso gli altri due.

Anche Alessandro Affinito (-31 kg) ha vinto un incontro e perso gli altri due.

Gabriele Veschetti (-35kg) ha perso i primi due ma è riuscito a pareggiare l’ultimo.

FANCIULLI (2004-2003)

Francesca Ghisu (-25 kg) ha vinto due incontri e ne ha perso uno.

Licia Lombardi (-28 kg) ha sbaragliato tutti gli avversari vincendo ben tre combattimenti.

Nicolas Ambrosoni (-30 kg) ha perso due incontri e ne ha pareggiato uno.

Gli insegnanti tecnici di judo Tiziana Lazzari, Carlo Pasqualini, Federica Pasqualini ed il preparatore Beniamino Franciosa sono molto soddisfatti dei risultati ottenuti e dell’impegno mostrato da tutti i loro giovani allievi; l’augurio è quello di reiterare questi successi il prossimo weekend a L’Aquila, dove si terrà un prestigioso Torneo Internazionale di alto livello.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2012 alle 15:06 sul giornale del 09 maggio 2012 - 3349 letture