utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Codat: 'Sul Prg del 2007 i nodi vengono al pettine'

3' di lettura
1512

Riportiamo la lettera resa pubblica dalla stampa locale che il CODAT fece allora ai consiglieri comunali,

Gentili Signori,

Il Comitato Cittadino per la Difesa del Territorio si rivolge a Voi tutti, quali rappresentanti della cittadinanza osimana, nell’approssimarsi del voto che il Consiglio Comunale dovrà esprimere sul piano regolatore: è questo uno degli atti più importanti su cui siete chiamati a deliberare, perché, di fatto, il piano regolatore plasmerà il futuro di Osimo.

Dunque Voi non deciderete semplicemente quante altre palazzine ancora dovranno essere costruite entro i confini del territorio comunale: Voi deciderete della qualità della vita e della salute dei nostri figli.

Capite bene che la decisione che siete chiamati a prendere non può e non deve avere colore politico: un piano regolatore non è, e non può essere né di destra, né di centro, né di sinistra, né delle liste civiche, un piano regolatore è giusto o è sbagliato.

E il Comitato crede fermamente che questo piano regolatore sia profondamente sbagliato.

Cari consiglieri di maggioranza, sappiate che non Vi sarà consentito, in futuro, sottrarvi alle Vostre responsabilità: un piano regolatore si realizza, si concretizza in cemento ed asfalto, e dunque una Vostra cattiva decisione resterà per sempre. E sarà una Vostra cattiva decisione, di Voi con nome e cognome. Vi esortiamo ad anteporre ad ogni cosa e ad ogni interesse particolare il bene della Città: la Provincia ha bocciato il piano regolatore, e lo ha fatto con motivazioni dettagliate e difficilmente contestabili. Perché insistere? Perché continuare a creare attrito fra il Comune e tutte le altre istituzioni con cui questo deve necessariamente avere a che fare? Che senso avrebbe, salvo esporre Osimo al ludibrio generale, rimandare il piano in Provincia, dove verrebbe senza alcun dubbio bocciato di nuovo?

Cari consiglieri di minoranza, questa volta avete la possibilità di dare prova alla cittadinanza della vostra capacità di fare opposizione: avete dichiarato che voterete contro l’approvazione del piano regolatore. Non basta: alla votazione dovrete essere tutti presenti (alla prima votazione sul Piano regolatore Vi erano degli assenti), e dovete votare compattamente contro.

Inutile precisare che al Comitato non interessa affatto che la minoranza consiliare prevalga sulla maggioranza, e non interessa affatto che una parte politica vinca sull’altra, sono questioni che non ci riguardano in nessun modo: al Comitato interessa soltanto che sia salvaguardato il territorio, e, di conseguenza, che questo piano regolatore sia definitivamente bocciato, non importa da chi, non importa come.

Il Comitato ricorda che vi è tutto il tempo necessario per elaborare un nuovo piano regolatore, e, a tal fine, invita tutti i consiglieri, una volta bocciato l’attuale piano, a collaborare tutti insieme, senza distinzione di partito e di schieramento, per la redazione di un piano regolatore che davvero faccia gli interessi della cittadinanza, in particolare delle generazioni future: in questa sede, se richiesto, il Comitato potrà dare un contributo.

Il Comitato augura quindi buon lavoro a tutti Voi consiglieri, certo che il Vostro amore per Osimo e il Vostro senso di responsabilità prevarranno su ogni altra cosa.


Questa è la dimostrazione che il CODAT Osimo aveva ragione.

Viene riconosciuto a Strologo Giovanni il coraggio e l’onestà di ammettere il suo errore. Quanto la città dovrà ancora aspettare affinché altri consiglieri della precedente ed attuale maggioranza si pentano per i danni provocati alla nostra Città e si ravvedano del loro operato?



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2012 alle 14:48 sul giornale del 09 maggio 2012 - 1512 letture