Calcio: il San Biagio batte il Fiuminata ed è festa salvezza

San Biagio 3' di lettura 06/05/2012 - Partita al cardiopalma al Comunale di San Biagio, al termine della quale i biancorossi di casa si salvano senza playout per la sesta stagione consecutiva, mentre il Fiuminata si arrende solo nel finale e deve accontentarsi del secondo posto, comunque prezioso in chiave playoff.

Il San Biagio parte subito forte con un doppio spunto di Pesaresi sulla destra, ma la svolta arriva al 12’ quando su lancio da metà campo Ruggeri è costretto a uscire dall’area e anticipare Orsetti con un movimento di braccio per respingere la palla che per l’arbitro merita il rosso. Per i maceratesi dunque quasi 80 minuti in inferiorità numerica, ma nessuno se ne accorgerà. Anzi, visto che al San Biagio per salvarsi bastava il pari, è il Fiuminata che tiene il pallino del gioco e spinge con veemenza, sfiorando la rete di testa per almeno due volte, prima di trovarla su calcio piazzato con Paniccià bravo a svettare sul secondo palo e ad angolare la traiettoria per lo 0-1. Il momentaneo 0-0 del Casette Verdini permette al Fiuminata il virtuale aggancio alla vetta e la possibilità di giocarsi la promozione allo spareggio e i tanti supporters accorsi ad Osimo iniziano a crederci.

A fine primo tempo Pesaresi su due punizioni dal limite evita il raddoppio, mentre a inizio ripresa è ancora Paniccià che avrebbe sul destro la palla dello 0-2 per chiudere il match, ma la sbaglia da pochi passi. Così il San Biagio resta a galla e alla prima vera occasione trova l’1-1: Copertari entrato sull’aut sinistro dà nuova linfa e offre a Burini una palla in profondità al bacio, che il bomber di casa trasforma con precisione chirurgica in diagonale da sinistra: è tripudio biancorosso, perché nel frattempo il Settembrina vinceva a Montecosaro costringendo il San Biagio ai virtuali playout, invece il pari provvidenziale di Burini li riportava a +10 dalla penultima. Il Fiuminata però non molla e pur calando fisicamente continua a spingere anche quando dalle radioline arriva la notizia del vantaggio del Casette Verdini che renderebbe inutile il successo del Fiuminata. La partita è tirata lo stesso, tanto che l’arbitro caccia per proteste entrambi gli allenatori, non concede un penalty su fallo di Copertari, preferendo il giallo per simulazione, e concede 4 minuti di recuperi interminabili per i locali, che in caso di ko sarebbero finiti ai playout col Montecosaro, battuto in casa dal Settembrina. Invece al 92’, su una palla conquistata a metà campo, Copertari si invola tutto solo verso la porta avversaria e con grande cinismo infila la sfera sul palo lontano per il 2-1 che manda in visibilio l’ambiente biancorosso per una salvezza a quel punto certa e quanto mai meritata dopo un sofferto cambio in panchina, che è risultato tuttavia decisivo, e la parentesi nera del match sospeso e perso a tavolino con la Cluentina che aveva mandato in crisi la squadra.

SAN BIAGIO: S. Pesaresi, Cela (46’ Severini), Guzzini, Nisi, Salini, Picciafuoco, L.Pesaresi, Mandolini, Santolini, Burini, Orsetti (49’ Copertari). All. Cantani

FIUMINATA: Ruggeri, Dominici (12’ Tafa), Gobbi, Onesini, Bellucci, Meschini, Properzi (60’ Passarini), Tiburzi (73’ Biagini), Paniccià, Guidarelli, Cervelli. All. Berrettini

ARBITRO: Baietta di Pesaro

RETI: 35’ Paniccià, 67’ Burini, 92’ Copertari

NOTE: espulso al 12’ Ruggeri per tocco di mano fuori area, al 64’ mister Cantani e al 70’ mister Berrettini per proteste






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2012 alle 11:00 sul giornale del 07 maggio 2012 - 665 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, san biagio, fiuminata, Asd San Biagio, notizie osimo, calcio prima categoria marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yF8