Confartigianato: 'Imprese artigiane di Castelfidardo, fatturato in calo e settore in crisi'

confartigianato ancona 2' di lettura 04/05/2012 - Fatturati a picco per le micro e piccole imprese di Castelfidardo. Le aziende artigiane lamentano un calo degli introiti fino a -50% rispetto agli anni precedenti. Un record in negativo, che picchia duramente su una situazione già di per sé compromessa.

La stima tutta in perdita è stata fatta dagli stessi imprenditori che hanno riferito a Confartigianato la difficoltà della loro situazione. “Il clima è teso - dichiara Ivano Gardoni, Responsabile Confartigianato Ancona Sud – Non si vede all’orizzonte nessun segnale di ripresa e tutto l’impianto produttivo è ingessato in una morsa. Basandoci sui dati elaborati dal nostro Ufficio Studi e riferiti alla conclusa annualità analizziamo nel dettaglio la congiuntura di Castelfidardo. Piatta. Stasi assoluta. In un anno infatti si sono verificate 43 iscrizioni di nuove aziende artigiane e 43 cessazioni. Saldo in pareggio, tasso di sviluppo a zero. Lo slancio imprenditoriale non riesce a battere l’inarrestabile conta delle chiusure.”

Sono 659 le attività artigiane registrate (a fine 2011) nel Comune di Castelfidardo e soffrono delle dinamiche congiunturali in atto, fiaccate dal peso di tasse e burocrazia, dalla scarsa liquidità. “La capacità competitiva delle nostre micro e piccole imprese è erosa di giorno in giorno – dichiara Alvisio Senatori, Presidente della Confartigianato di Castelfidardo – Non per mancanza di idee innovative o coraggio. Anzi, stanno resistendo con tutte le loro forze. Le difficoltà sono causate da fattori esterni che pesano come macigni.

Primo tra tutti: la pressione fiscale. Il 68% degli introiti se ne va in tasse. Presto anche l’IMU si aggiungerà alla ruota dei balzelli. Secondo: la burocrazia. Dal 2008 ad oggi sono state emanate ben 189 norme che hanno complicato la gestione fiscale delle aziende, una ogni sette giorni. Terzo: l’assenza di liquidità, causata dai ritardi dei pagamenti, aggravata dalla stretta creditizia.”

Confartigianato approfondirà questi temi martedì 8 maggio a Castelfidardo nel corso di un convegno “L’incidenza della fiscalità sulla competitività dell’impresa” (ore 21.15; presso la Sala Convegni (Ex Cinema Comunale) via Mazzini 6) di fronte a una platea di autorità e imprenditori. I lavori saranno aperti dai saluti di Alvisio Senatori, Presidente Confartigianato Castelfidardo e Valdimiro Belvederesi, Presidente Provinciale Confartigianato. Interverranno: Mirco Soprani, Sindaco di Castelfidardo; Leonardo Gentile, Area Fiscale Confartigianato; Paolo Picchio, Responsabile Confartigianato TAC e Sistema Casa. Coordinerà gli interventi Giorgio Cataldi, Segretario Provinciale Confartigianato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2012 alle 15:00 sul giornale del 05 maggio 2012 - 457 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, ancona, castelfidardo, pmi, crisi economica, valmusone, notizie osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yCH





logoEV
logoEV