utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Calcio: il San Biagio vede la salvezza. Con il Fiuminata basterà un punto

2' di lettura
474

San Biagio

Basterà un punto al San Biagio per festeggiare la sesta salvezza consecutiva in Prima categoria senza passare per i playout.

Ma strappare il pareggio domani al Comunale al Fiuminata secondo non sarà semplice, perché i maceratesi, complice il ko del Casette Verdini sabato scorso, si sono riportati a -2 dalla vetta e dunque scenderanno a San Biagio per vincere, in attesa di un passo falso della capolista contro il Santa Maria Apparente che cerca il pass per i playoff.

A dare un aiuto al San Biagio sono gli scontri diretti fra le inseguitrici. Pinturetta-Camerino e Montecosaro-Settembrina potranno risultare decisivi per i biancorossi di mister Cantani. Intanto perché gli incroci garantiranno di arrivare mal che vada quint’ultimi e poi perché se la Settembrina non vincerà a Montecosaro, il San Biagio pur quint’ultimo arriverà con almeno 10 punti di vantaggio sulla penultima, e dunque si salverebbe senza dover disputare i playout. A conti fatti ai galletti basterebbe un pareggio o una non vittoria della Settembrina per poter brindare, ma mister Cantani non si fida: “Abbiamo il 50% di possibilità di salvarci senza playout, non voglio sentir parlare di traguardo ad un passo, dovremo sudare fino al 90’ perché ogni risultato potrà cambiare in continuazione e modificare la classifica”.

Per il match che deciderà un campionato il San Biagio dovrà però fare a meno di capitan Rivellini squalificato, degli infortunati Daniele Vignoni, Copertari e Castorina e con Mandolini e Severini non al top. “Ancora una volta non potremo contare sulla formazione base, ma la squadra sta abbastanza bene al di là delle assenze, ciò che mi preoccupa è semmai l’approccio mentale. Saranno fondamentali i primi 15 minuti. L’avversario tecnicamente ci è forse superiore, ma con la voglia di vincere nulla è impossibile. Per battere una squadra come il Fiuminata che verrà per conquistare la promozione, servirà coraggio, orgoglio, una prova di grande carattere e tanta birra per tutti i 90 minuti”.

E dire che quando Cantani sostituì mister Luchetta un mese e mezzo fa il San Biagio era quint’ultimo, in caduta libera, adesso invece ha il destino nelle sue mani: “Era difficile pensare alla salvezza diretta quando sono arrivato. Non mi aspettavo di arrivare a questo punto con 36 punti e non essere ancora salvo. Abbiamo fatto 10 punti in 5 gare ma siamo ancora nella mischia, incredibile. Ma adesso concentriamoci su quest’ultimo sforzo, loro saranno gasati, ma noi non dovremmo spaventarci”.



San Biagio

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2012 alle 14:50 sul giornale del 05 maggio 2012 - 474 letture