utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

Loreto: le iniziative in programma per la Settimana della Cultura

7' di lettura
624

Convegni e spettacoli di grande rilevanza in programma nei prossimi giorni a Loreto in occasione della Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per sostenere e valorizzare il Patrimonio artistico italiano.

Dopo l’intensa settimana trascorsa all’insegna della musica sacra con la 52° edizione della Rassegna Virgo Lauretana, la città mariana si appresta a vivere nuove e vivaci giornate.

“Il nostro comune - hanno detto il sindaco Paolo Niccoletti e l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Schiavoni – recependo e condividendo lo scopo fondamentale di questa iniziativa promossa dal MiBAC, nata per trasmettere l’amore per l’arte e la conoscenza dell’immenso patrimonio italiano ha voluto proporre degli appuntamenti che permetteranno di celebrare al meglio questo evento dove la cultura rappresenterà un momento di crescita, di coesione e di sviluppo. Ringraziamo dunque tutti coloro che ci hanno aiutato nella realizzazione di questi eventi di grande qualità che sapranno sicuramente coinvolgere tante persone”.

Ma andiamo per ordine. Si parte giovedì 19 aprile alle ore 21.15, presso il Teatro Comunale, con la compagnia Teatro Manet, la cui presidente onoraria è la scrittrice Dacia Maraini, che propone lo spettacolo Alda Merini. I beati anni dell’innocenza”, scritto e diretto da Antonio Lovascio. Lo sviluppo drammaturgico del testo teatrale, nato a seguito di un incontro tra il regista e la poetessa milanese, segue le linee di un monologo che racconta in maniera originale e dicotomica la vita della Merini, inserendo alcune tra le sue poesie più conosciute nonché alcuni inediti. Il tema dominante è quello dell’amore che si lega all’esperienza mistica del poeta e alla sofferenza accostata alla passione di Cristo. L’andamento è scorrevole e colloquiale, nutrito dalla viva esperienza dell’autore e regista a casa di Alda Merini che, sul palcoscenico, è interpretata dall’attrice Isabella Carloni. Antonio Lovascio, fondatore e presidente dell’associazione Teatro Manet, è attore, formatore teatrale, drammaturgo e regista. Nel 2007 ha vinto il premio nazionale di drammaturgia “Torneo Applausi” e, nel 2010, ha ricevuto dalla Provincia di Ancona il Premio Cavalierato Giovanile Migliori Talenti under 35, nella sezione Spettacolo. Isabella Carloni, nota attrice e cantante, collabora con il Teatro Stabile delle Marche, anche come formatrice presso la Scuola di teatro di Ancona. Ha partecipato a fiction e radiodrammi per la RAI, quali La Squadra, Nebbie e delitti, Fine secolo. È autrice di testi, canzoni e interprete di sue creazioni, tra cui “Inventario delle cose certe”, interessante concerto teatrale dedicato alla straordinaria figura di Joyce Lussu. La scenografia dello spettacolo è stata realizzata da Bruno Bruni, pittore e artista marchigiano conosciuto come Bruno d’Arcevia, tra i grandi protagonisti della scena artistica contemporanea.

Venerdì 20 aprile, alle ore 17:00, presso la Sala Consiliare, l’amministrazione comunale, dopo la cerimonia di inaugurazione svoltasi nelle settimane passate, invita la cittadinanza al convegno incentrato su “Il restauro degli elementi bronzei della fontana dei Galli”. Gli amministratori comunali, la dott.ssa Maria Claudia Caldari, della Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici delle Marche, padre Floriano Grimaldi, già archivista presso il Santuario della Santa Casa di Loreto e il sig. Bigini Romeo, restauratore degli elementi bronzei, illustreranno i retroscena, le tecniche e le metodologie usate nel recente restauro e curiosità sulle origini di questa fontana, voluta dal protettore Cardinal Antonio Maria Gallo, realizzata tra il 1614 ed il 1616 e ornata con bronzi dai fratelli Tarquinio e Pietro Paolo Jacometti.

Sempre nella giornata di venerdì 20 aprile, alle ore 21.15, presso il Teatro Comunale, è previsto un altro momento importante, in quanto si aprirà ufficialmente il 1° Festival regionale di teatro amatoriale della U.I.L.T. Marche - Premio Simona Galassi. Lo spettacolo “Rumori fuori scena” di Michael Frayn e portato in scena dalla Compagnia Step per la regia di Alberto Manini.

Ma vediamo come è nata l’iniziativa. La UILT Marche, diretta emanazione dell’Unione Italiana Libero Teatro, Associazione riconosciuta dal Dipartimento dello Spettacolo, dal Ministero delle Politiche Sociali, dall’Enpals e dall’Anci, ha emanato un bando alle sue 55 compagnie, iscritte nella Regione Marche, per organizzare un Festival Regionale di Teatro Amatoriale. Attraverso una commissione di esperti sono stati selezionati 6 spettacoli di notevole livello artistico che parteciperanno al Festival. Successivamente i due migliori spettacoli parteciperanno alla fase interregionale, preludio di quella nazionale che si terrà alla fine del 2012. Il Direttivo della UILT Marche ha scelto, quale sede di questo 1° Festival Regionale di Teatro Amatoriale, la Città di Loreto, sia per la sua tradizione Teatrale che per la sua collocazione geografica, oltre che per l’azione di promozione della Compagnia locale “ARTISTICA....MENTE” guidata da Antonella Pelloni, Consigliere Regionale della UILT stessa, e membro della Commissione Cultura del Comune di Loreto che ha segnalato l’Assessore Maria Teresa Schiavoni quale persona attenta all’evoluzione artistica, alle novità e sensibile alla compartecipazione del proprio assessorato ad iniziative valide e qualificanti. La compagnia ARTISTICA… MENTE esprime con emozione il proprio grazie per aver ottenuto il titolo del Premio a Simona Galassi autrice del libro “Raccontando un sogno”, componente del gruppo e concittadina di Loreto scomparsa prematuramente.

Questi gli altri appuntamenti del festival:

27 APRILE 2012

Comp. Le Sibille con

“Parlami Illusione, Parlami” molto liberamente tratto dall’“Amleto” di Shakespeare, Regia di

Laura De Sanctis

04 MAGGIO 2012

Comp. Il Teatro dei Picari con

“Il Diavolo con le zinne” di Dario Fo,

Regia di Francesco Facciolli

11 MAGGIO 2012

Comp. Opora con

“Due dozzine di rose scarlatte”di Aldo De Benedetti,

Regia di Giovanni Plutino.

18 MAGGIO 2012

Comp. C.T.R. con

“Devo dirti una cosa” di Valentina Capeci,

Regia di Diego Dezi;

25 MAGGIO 2012

Comp. Il Tiaeffe con

“Non aprire quell’armadio!” di Corrado Petrucco,

Regia di Graziano Ferroni;

26 MAGGIO 2012

SERATA FINALE e PREMIAZIONI rappresentazione fuori concorso della Compagnia ARTISTICA…MENTE con “La Grande Magia” di E. De Filippo, regia di Antonella Pelloni.

Biglietti: 8 euro intero, 5 euro ridotto, 45 euro abbonamento 7 spettacoli.

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla UILT si inserisce anche il CONVEGNO NAZIONALE “ IL TEATRO AMATORIALE NEI 100 TEATRI DELLE MARCHE

che si terrà domenica 22 aprile, alle ore 9:30, presso la Sala del Consiglio Comunale.

“La nostra realtà – ha detto il presidente della UILT Marche Graziano Ferroni - dal 1996, è presente nel territorio regionale attraverso numerose iniziative: organizzazione di Rassegne, collaborazione con Enti pubblici, collaborazioni con le scuole, organizzazione di stages formativi, divulgazione di notizie riguardanti l’attività teatrali (non solo regionali), assistenza alle Compagnie anche negli aspetti fiscali. Nel 2011 ha annoverato l’adesione di 55 Compagnie, distribuite nelle 5 province, impegnate in repertori di teatro classico, dialettale e musical. Ci è sembrato opportuno, dopo 12 anni, organizzare un Convegno in cui si possa riflettere sul mondo del Teatro amatoriale nelle Marche e non solo per lo sviluppo della Cultura e della drammaturgia. Per ripensare come meglio essere utili, con le nostre attività, alla società contemporanea, come raggiungere i giovani e migliorare, con l'aiuto delle nuove tecnologie, il nostro inserimento nel tessuto sociale di ogni comunità”. Al convegno interverranno: Jader Baiocchi, esperto di formazione nelle scuole, parlerà sulla vocazione educativa del Teatro; il prof. Gaetano Oliva, insegnante all'Università Cattolica di Milano e Direttore del Centro Studi e Ricerche di Fognano Olona può illuminare la platea sul momento storico del teatro e sulle nuove generazioni che a lui si avvicinano; Luigi Antonio Mazzoni è uno dei più importanti studiosi del teatro dialettale, così seguito dal 65% della compagnie amatoriali; il Direttore del Centro Studi della UIL Flavio Cipriani potrà sensibilizzare a perseguire la strada dello studio e della formazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2012 alle 14:48 sul giornale del 16 aprile 2012 - 624 letture