utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Ospedale, l'assessore regionale Mezzolani risponde ai sindaci della Valmusone

2' di lettura
1052

Almerino Mezzolani

“L’ospedale di Osimo è una struttura sicura. Per quanto riguarda il pronto soccorso stiamo lavorando per renderlo al più presto più ampio ed accessibile”. Così l’assessore alla sanità Almerino Mezzolani in merito agli articoli apparsi nei ultimi giorni nelle cronache locali.

“Le dichiarazioni rilasciate dai Sindaci rischiano di generare un allarmismo tra i cittadini del tutto ingiustificato – continua l’assessore – Capisco che a volte il dibattito si possa infuocare, ma non giocando sulle paure delle persone. La Regione è attenta alla sicurezza degli edifici in questione e alla qualità dei servizi e delle cure. Il direttore dell’Area Vasta n. 2 Maurizio Bevilacqua sta valutando con attenzione le problematiche emerse con la ferma volontà di risolvere tutte le reali criticità”.

Proprio allo scopo di rendere trasparente ogni intervento che sarà posto in essere, Bevilacqua stilerà a breve un programma d’interventi in accordo con il direttore generale dell’ASUR Piero Ciccarelli. Il documento sarà reso pubblico affinché tutti possano verificarne gli step realizzativi.

Per quanto concerne la problematica riferita all’area del Pronto Soccorso, è in via di predisposizione un intervento strutturale volto all’ampliamento degli spazi attuali e per il quale alcune ipotesi sono già al vaglio dei dirigenti interessati. Un preventivo di massima è già stato realizzato, per una spesa di circa 180.000 euro.

In riferimento alla sicurezza della struttura, il responsabile SPP (Servizio prevenzione e protezione) dell’ex Zona Territoriale n. 7 di Ancona, Giovanni Bevilacqua, ha assicurato che non sono state rilevate carenze di alcun tipo.

Va inoltre ricordato che la zona a sud di Ancona è interessata da un grande progetto: la realizzazione di una struttura ospedaliera all’avanguardia in Italia che ospiterà il nuovo Inrca, la sede dell'Agenzia nazionale per l'invecchiamento e l'ospedale di rete dell'area metropolitana di Ancona Sud.

“Per quanto riguarda invece la scelta delle sedi delle Aree vaste territoriali – aggiunge Mezzolani - come più volte sottolineato il criterio è chiarissimo ed è quello della continuità: Fabriano e Fano erano già da due anni sedi dei centri coordinatori di area vasta e tale collocazione è stata semplicemente riconfermata dalla giunta. La Regione Marche – conclude l’assessore - è impegnata in una grande azione di riforma e riorganizzazione e capiamo che ci possano essere delle resistenze, ma il nostro obiettivo è mantenere e migliorare ove possibile i livelli di eccellenza raggiunti dal sistema sanitario marchigiano nell’interesse prioritario dei cittadini ".



Almerino Mezzolani

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2012 alle 17:10 sul giornale del 02 marzo 2012 - 1052 letture