utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

'456', il testo di Mattia Torre verrà trasmesso da Serena Dandini nel suo nuovo varietà su La7

1' di lettura
1162

Satira, musica, intrattenimento, talk e spettacolo: questi gli ingredienti di un varietà insieme classico e sperimentale che, per rivisitare il tradizionale sabato televisivo italiano, accanto ai comici, agli ospiti musicali, alle grandi interviste delle padrona di casa Serena Dandini, ha scelto di trasmettere il mondo di “456”, il testo di Mattia Torre prodotto da Inteatro in coproduzione con Nutrimenti Terrestri e Walsh, in questi mesi in tournée in molte città d’Italia.

Una commedia disincantata, dolceamara, ricca di non-sense e di allusioni ironiche che delinea un ritratto dell’Italia dei nostri tempi, attraverso la storia comica e violenta di una famiglia in un luogo imprecisato del Sud Italia.

Padre, madre e figlio sono ignoranti, diffidenti, nervosi. Si lanciano accuse, rabboccano un sugo di pomodoro lasciato dalla nonna morta anni prima, litigano, pregano, si odiano. Ognuno dei tre rappresenta per gli altri quanto di più detestabile ci sia al mondo.

Nello spettacolo la famiglia è in attesa di un ospite misterioso, che può e deve cambiare il loro futuro. Gli episodi televisivi ci immergono invece all’interno della quotidianità della famiglia, alle prese con sacrifici esattoriali biblici e situazioni di miseria estrema, economica e morale.

Prodotti da Inteatro per Fandango Tv, gli episodi sono stati girati a dicembre a Chiaravalle, presso il teatro Valle gentilmente concesso dall’Amministrazione Comunale, con la regia di Mattia Torre e la fotografia è di Mauro Marchetti.

Ogni puntata un piccolo frammento di realtà, divertente, ironico e leggero ma, allo stesso tempo, tragico e drammaticamente attuale. Segno dell'incomunicabilità dei nostri tempi è l'improbabile intruglio di dialetti meridionali che compone e scompone divertenti ed esilaranti dialoghi. Da non perdere.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-01-2012 alle 17:14 sul giornale del 14 gennaio 2012 - 1162 letture