utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Pollificio Fileni, Cappanera (Liste Civiche): 'Arroganza e politica'

3' di lettura
895

Nell’ultima seduta dell’Assemblea Legislativa delle Marche abbiamo assistito all’ennesimo rinvio della mozione del consigliere Latini in merito al progetto dell’allevamento avicolo di San Paterniano di Osimo, per l’ennesima assenza “giustificata” dell’assessore Sandro Donati: siamo arrivati a 5 rinvii nell’arco di tre mesi nei quali cittadini e il comitato, sempre presente, hanno assistito a scene davvero poco edificatorie. 

Nonostante il consigliere Latini, a seguito delle richieste di rinvio, abbia chiesto “che l’attività che stavano compiendo i tecnici per quanto riguarda il rilascio o meno dei pareri sulla VIA e AIA venisse sospesa” in attesa della discussione in Consiglio Regionale, ci siamo ritrovati con l’AIA rilasciata il 20 ottobre scorso dal dott. Piero Cianca. Nel frattempo in Consiglio Regionale è successo un po’ di tutto, con i Consiglieri del Partito Democratico che hanno fatto mancare il numero legale al momento della discussione e l’apertura di una “crisi” tra assessore e consigliere nell’IdV per i rinvii.

L’Amministrazione Comunale ribadisce la sua contrarietà al progetto, in quanto questo tipo di insediamento produttivo non risulta compatibile con la normativa di zona del vigente PRG che vieta nel sito esaminato l’insediamento di industrie insalubri di prima classe e come comunicato nella recente assemblea promossa dal comitato, andrà avanti sulla strada di NON rilasciare il permesso a costruire per l’impianto.

L’amministratore Fileni sta raccontando frottole agli osimani promettendo 140 posti di lavoro quando in realtà nel progetto si parla al massimo di 2-3 persone: la faccia finita con questa sceneggiata. E intanto in data odierna è stato notificato il ricorso al Tar da parte della Fileni contro la delibera del Consiglio Comunale per il riassetto e valorizzazione del territorio agricolo comunale di particolare interesse ambientale del 5 agosto scorso. Visto che la difesa in sede di giudizio la pagheranno gli osimani, io ho già iniziato a risparmiare boicottando i prodotti Fileni.


In questa storia il Comune (apparato tecnico e politico) non ha nessuna colpa, se non quella di aver creduto nelle istituzioni sovra comunali: infine un commento sul comportamento imbarazzante dei consiglieri del Partito Democratico di Osimo. Non una parola sul fatto che i “loro” compagni hanno fatto mancare il numero legale al momento della discussione sul pollificio in Consiglio Regionale: d’altro canto hanno organizzato in fretta e furia una riunione a San Paterniano cercando di dare la colpa al Comune di Osimo.

Bella figura considerando il fatto che non perdono occasione per lodare i “loro” consiglieri provinciale e regionali (estratto dai verbali del consiglio comunale “noi diciamo come PD forza di governo nelle Marche la nostra forza di governo… logicamente siamo al governo e quindi è una forza maggiore rispetto ad altri partiti” e ancora “perché è PD …..nel governo possiamo parlare con i diretti interessati di tutti quanti, il Comune parla ma chi governa… bene o male… parla di più come il PDL parla di più a livello centrale, noi possiamo di più a livello regionale, per cui è una forza politica grossa perché in questo momento la politica è importante” e ancora “del Partito Democratico forza di Governo in Regione tutta la disponibilità per eventuali incontri” ecc ecc.).



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2011 alle 16:49 sul giornale del 18 novembre 2011 - 895 letture