utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
articolo

'Fli in maggioranza? Decide il sindaco, ma i tempi sono maturi'

3' di lettura
1745

Alessandro Buccelli

Alessandro Buccelli ribadisce l’apertura di Fli alle Liste Civiche e la disponibilità dei futuristi ad entrare a far parte della maggioranza.
 

Il convegno di domenica mattina, con Italo Bocchino ospite di Fli, sembra aver dato un’importante scossa alla politica osimana. Tanto che si parla con insistenza di un vostro ingresso in maggioranza.
"Futuro e Libertà per l’Italia è disponibile ad iniziare un percorso politico condiviso con le Liste Civiche. Ma è chiaro che qualsiasi novità politica locale dovrà partire dal sindaco. Sarà lui a dover fare il primo passo, se davvero ci sarà una volonta da parte dell’attuale maggioranza di allargare la base di governo. Per quanto ci riguarda, si tratterebbe della naturale evoluzione di un processo iniziato due anni e mezzo fa, quando decidemmo di appoggiare le Civiche al ballottaggio per le amministrative. Credo che ci siano tutte le condizioni per iniziare a condividere un progetto di amministrazione cittadina ma, lo ripeto, dovrà decidere Simoncini. Il tempo è galantuomo, ne è passato tanto, ma ci sono tutte le condizioni per lavorare bene insieme".

Ad Osimo Fli non ha rappresentanti in Consiglio Comunale. Un "handicap" rischioso, dal punto di vista numerico.
"Il gruppo consiliare non è indispensabile quando si tratta di elaborare un progetto comune. Vorrei che fosse chiara una cosa: noi non abbiamo intenzione di destabilizzare niente e nessuno, non vogliamo la conta. Le Liste Civiche devono rimanere tali, non pretendiamo di cambiarle. Sono però convinto che la presenza del Terzo Polo aiuterebbe Osimo ad avere una forza maggiore nelle relazioni con le istituzioni sovraordinate e con il Governo".

Il sindaco Simoncini sembra però predicare calma, mentre domenica mattina Claudia Domizio dell’Udc aveva provato a raffreddare gli entusiasmi mordendo il freno.
"Ci sono degli equilibri da rispettare, questo è più che comprensibile. Il sindaco dovrà confrontarsi con la maggioranza prima di aprire a Fli, è un passaggio indispensabile. Quanto alla posizione espressa dalla Domizio, va detto che la segretaria provinciale dell’Udc era stata invitata al convegno come relatrice, ma ha preferito fare un saluto alla fine senza intervenire in via ufficiale. Le sue sono posizioni personali, immagino dovute a vecchi screzi con le Liste Civiche".

A margine dell’incontro con Italo Bocchino lei stesso aveva preannunciato “novità” per Osimo. Quanto è disposto ad aspettare?
"Portando ad Osimo il nostro vicepresidente nazionale abbiamo voluto esporre un progetto alla cittadinanza. Futuro e Libertà ha aperto alle Liste Civiche, ora sono le Civiche stesse che dovranno aprirsi a Fli ed al Terzo Polo. E mi auguro che non ci sia bisogno di aspettare le elezioni provinciali. Un accordo politico deve fondarsi su basi programmatiche, non elettorali. Altrimenti sarebbe come tornare indietro nel tempo".

Sarà Alessandro Buccelli, come in molti sono pronti a scommettere, il settimo assessore della Giunta Simoncini?
"Se davvero ci sarà un’apertura a Fli, non sarà importante il chi, ma sarà fondamentale il come. Purchè ci sia piena condivisione di intenti e programmi. Altrimenti non avrebbe alcun senso entrare in Giunta per occupare una poltrona".



Alessandro Buccelli

Questo è un articolo pubblicato il 08-11-2011 alle 13:40 sul giornale del 09 novembre 2011 - 1745 letture