utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
articolo

Ipsia 'M. Laeng', il programma delle attività per l'anno scolastico 2011/2012

2' di lettura
830

Ipsia 'M. Laeng' di Osimo

All’Ipsia Laeng di Osimo il consueto appuntamento dell’elezione dei rappresentanti dei genitori è stato occasione per presentare una serie di iniziative importanti, tese ad accompagnare i giovani nel loro processo di crescita e a supportare l’attività dei docenti.

Dal 24 ottobre sarà attivato un servizio di Coaching rivolto agli studenti, ai genitori e ai docenti. Promotore dell’iniziativa Gianrico Baldi, consulente aziendale che ha integrato la sua formazione con la Qualifica Europea per la “Gestione delle risorse umane” presso la società italiana Gestalt di Roma e conil diploma di Coach rilasciato dalla scuola di Coaching di Roma. Il Coaching, nato negli USA nell’ambito sportivo come metodologia delle performance, dagli anni ’90 è attivo anche in Italia, utilizzato sia nelle attività che richiedono il raggiungimento di obiettivi sia come aiuto per il superamento di momenti di difficoltà.

E’ un metodo di intervento in fasi di cambiamento, che può essere diffuso in ampi settori, dalla formazione in azienda alle relazioni in ambito familiare e alle tematiche adolescenziali. Si tratta quindi di una forma innovativa di formazione personalizzata e centrata sulla persona, con lezioni individuali, attività esperienziali e sviluppo di nuove competenze ed energie personali.

Nell’ambito poi del progetto “Educare alla legalità” prende il via mercoledì 26 ottobre un ciclo di incontri tra gli studenti delle classi prime e seconde dell’IPSIA LAENG e l’Ispettore Pietroselli del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Osimo. Gli incontri hanno la finalità di sensibilizzare e diffondere la “cultura della legalità” tra i giovani e di illustrare le problematiche legate a comportamenti illeciti che coinvolgono, sempre più spesso, minorenni. Obiettivo del progetto è quindi quello di formare dei consapevoli cittadini del futuro orientati verso l'assunzione di modelli comportamentali rispettosi della civile convivenza e del rispetto per gli altri. Numerosi i temi che verranno trattati con i ragazzi: dall’alcolismo agli stupefacenti, dalla violenza “in senso lato” ai nuovi fenomeni criminali quali il bullismo, dai pericoli di internet alle truffe.

A conclusione del progetto si terrà poi un incontro, rivolto agli studenti delle classi terze dell’Istituto, con il Dottor Sudoso, direttore tecnico chimico della Polizia Scientifica di Ancona, che approfondirà il tema delle “nuove droghe”.

Continua anche per il corrente anno scolastico la collaborazione dell’Istituto con il Dott. Andrea Lucantoni, sociologo e coordinatore dello “Sportello Famiglia” – sportello di consulenza psico-socio-legale rivolto a famiglie e studenti – e di un corso di formazione per docenti.

Infine, alcuni studenti delle classi quinte parteciperanno al percorso formativo del “Treno della memoria”, progetto dell’Associazione Terra del Fuoco, finanziato dalla Provincia, un’esperienza molto forte e toccante che culminerà in un viaggio in treno nei campi di lavoro e di sterminio di Auschwitz e Birkenau. Importante iniziativa che testimonia l’impegno profuso dall’Ipsia Laeng a difesa della memoria.



Ipsia 'M. Laeng' di Osimo

Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2011 alle 16:36 sul giornale del 22 ottobre 2011 - 830 letture