utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
articolo

Andreoni (Pd): 'Il bando Case agli Italiani? Discriminati tutti i cittadini comunitari'

2' di lettura
748

Paola Andreoni

Le lettere che il sindaco Simoncini non pubblica.
 

Gent.le dott.ssa Andreoni,
con riferimeno alla Sua segnalazione, si ha il piacere di comunicare che il nostro servizio ha inviato stamani al Sindaco di Osimo, nonchè alla dirigente di Servizio del Comune di Osimo, all'UNAR e alla Commissione europea un parere ed una segnalazione riferita al bando indetto dal Comune medesimo concernente gli interventi di sostegno alle locazioni in favore di fasce debili della popolazione e ai profili discriminatori in esso evidenziati.

dall'allegato:
."[...] Ritenuto che tale bando del Comune di Osimo determina a nostro avviso una palese violazione del diritto europeo, costituzionale ed interno italiano, con riferimento al principio di parità di trattamento previsto a favore delle menzionate categorie di cittadini dell’Unione europea e di Paesi terzi protetti dal diritto dell’Unione europea, nonché dei cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti in Italia e tutelati dall’art. 40 c. 6 del T.U. immigrazione, si chiede con la presente al Sindaco di revocarlo, con conseguente emanazione di uno nuovo privo di profili discriminatori. In caso contrario, si chiede alla Commissione europea, sussistendone i presupposti, di avviare il procedimento di infrazione a carico della Repubblica Italiana per violazione degli obblighi al rispetto del diritto dell’Unione europea".

L’azione amministrativa di un Sindaco deve essere sempre guidata dal rispetto delle leggi. La sottoscritta e il Partito Democratico sono per la legalità e per i “diritti” di tutti i cittadini che nella nostra comunità vivono, lavorano e pagano le tasse.


Le liste “Simoncini&Latini”, svelano il loro vero volto, mostrando ostilità nei confronti di quei valori che, come la tolleranza, l’accettazione e il rispetto dell’altro, sono a fondamento della civile convivenza così come stabilito dalla nostra Costituzione.

Le liste “Simoncini&Latini”, con questo atto discriminatorio feriscono la città, ne danneggiano l’ immagine in tutto il Paese e in Europa. Un danno tutto da ascrivere esclusivamente a questa amministrazione, un danno alla Osimo solidale e città aperta che da sempre coltiva i valori della libertà, della democrazia, della convivenza, del confronto con culture, religioni, tradizioni diverse dalle nostre.

Alle richieste legittime dei cittadini per la necessità di una casa, per un aiuto economico un Sindaco può e deve dare risposte, investendo più risorse nell’edilizia sociale, mettendo in bilancio più risorse a favore di chi occupa una casa in affitto per aiutare così tutti coloro che ne hanno necessità, tagliando dal Bilancio ogni possibile spesa non necessaria e destinando più risorse per aiuti economici in favore delle famiglie. Questa è l’ unica strada “legale” percorribile.







Paola Andreoni

Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2011 alle 18:59 sul giornale del 17 ottobre 2011 - 748 letture