utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
articolo

Biscarini (Pd): 'La camorra ad Osimo? Occorre reagire subito'

1' di lettura
2601

matteo biscarini

Dopo le mozzarelle alla coca. Ancora isola felice?

Enrico Santini,Consigliere Comunale PD di Castelfidardo su Facebook scrive che: “ il "grandioso" sindaco di Osimo in un incontro pubblico con il fratello di Borsellino disse che Osimo non aveva bisogno di tenere alta la guardia contro la malavita perché Osimo è un' isola felice.”

Certo per un cittadino, per un anziano, per una famiglia, subire un furto, una intromissione casalinga, è un trauma pesante, una violenza insopportabile, e la richiesta di sicurezza è fortemente motivata. Da qui spy cam, controlli, ronde. Ma chi governa dovrebbe anche tenere conto di altri segnali inquietanti: roghi dolosi di locali notturni, di ristoranti e altri pubblici esercizi, investimenti in strutture commerciali sovrarappresentate che potrebbero essere lette come ripuliture di denaro, furti su commissione.

Gli arresti osimani ci hanno costretto a prendere atto della situazione. E occorre reagire. Senza nervosismi e senza isterie. Il primo passo è quello di cercare di capire l'entità del fenomeno chiamando a riferire la magistratura e le forze dell'ordine e facendo sentire loro tutto il sostegno della opinione pubblica e delle istituzioni locali. E informando la popolazione.

Il tessuto sociale marchigiano è vivace e sano e proprio per questo può cadere nel mirino della organizzazione criminale che in una realtà tranquilla può prosperare. L'importante è non lasciare soli coloro che sono caduti nel mirino di interessi malavitosi e che le istituzioni locali facciano attenzione a non farsi abbagliare da investimenti vantaggiosi e faraonici. Si rischia di radicare qui la mala pianta.

C'è tanto da fare quindi. E si può fare tutti insieme.



matteo biscarini

Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2011 alle 12:59 sul giornale del 08 ottobre 2011 - 2601 letture