Moto: Matteo Baiocco vede scivolare la sua fortuna

2' di lettura 26/09/2011 -

Baiocco: 'E' strano non essere riusciti a fare quello che era nel nostro potenziale ma dovremo riflettere molto sulle troppe e inaspettate difficoltà incontrate'.



La fortuna è stata decisamente avara con Matteo Baiocco e il Team Barni Racing nella gara del mondiale superbike che si è corsa ieri 25 settembre sul circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola. Schierato in 19° posizione sulla griglia di partenza, l'osimano ha terminato 16° gara 1 dopo una buona partenza e dopo aver navigato sempre in zona punti, nonostante alcuni problemi al set up alla moto che non gli hanno permesso di spingere a fondo, tanto è vero che sul finire della gara ha rischiato varie volte di cadere per difendere la zona punti, sfuggita poi proprio alle ultime curve di gara.

In gara 2 è andata ancora peggio visto che il portacolori del moto club Uncini ha dovuto abbandonare la competizione a pochi giri dal via per colpa di un problema alla gomma posteriore che ha reso inguidabile la Ducati 1198 del Team Barni Racing.

Un week-end ricco di aspettative, anche alla luce delle ottime performance ottenute nella medesima categoria del Campionato Italiano, che lo vede leader ad una gara dal termine, si è concluso invece in maniera amara visto che Matteo non è riuscito a esprimere il suo potenziale a causa di inaspettate difficoltà tecniche. Ora ci sarà un mese di pausa e poi l'ex campione europeo della supersport sarà al via al Mugello nell'ultima prova del Campionato Tricolore superbike per difendere il primato nella classifica generale.

MATTEO BAIOCCO #15: 'In gara1 sono partito molto bene ma purtroppo dato che nel warm up avevamo avuto dei problemi tecnici, avevamo adottato un set up del tutto nuovo e per me e non e' stato facile. Nel finale di gara ho rischiato di cadere più volte e non sono riuscito a finire a punti. Per gara 2 a abbiamo fatto delle modifiche ma dopo pochi giri la moto era inguidabile e dopo che mi sono fermato ci siamo accorti di un pneumatico fallato. E' strano non essere riusciti a fare quello che era nel nostro potenziale ma dovremo riflettere molto sulle troppe e inaspettate difficoltà incontrate'.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2011 alle 15:17 sul giornale del 27 settembre 2011 - 455 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pJc





logoEV