utenti online

Castelfidardo: Rifondazione sulla questione del Monumento a Cialdini

rifondazione comunista 1' di lettura 15/09/2011 -

Nel Mensile di giugno dell’Amministrazione comunale l’ignoto autore dell’articolo “la parola ai professionisti” torna sul restauro del piedistallo in pietra del Monumento a Cialdini minacciando azioni legali contro gli autori di quella che chiama senza pudore “campagna denigratoria”nei confronti dei lavori effettuati.



In realtà, di denigratorio non vi è nulla dal momento che ci siamo limitati a riportare alcune frasi della missiva 17 gennaio 2011 inviata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici delle Marche al Comune di Castelfidardo dove è scritto che l’intervento sul piedistallo in pietra, così come effettuato, non era stato autorizzato e dove, nel finale, si intima all’Amministrazione comunale di rifare detti lavori con gli opportuni accorgimenti tecnici autorizzati a suo tempo dalla Soprintendenza.

È del tutto evidente che se si fossero seguite le indicazioni della Soprintendenza, non vi sarebbe oggi alcun bisogno di rifare detti lavori.

L’ignoto autore dell’articolo, invece di chiedere scusa ai cittadini di Castelfidardo, minaccia querele. Ebbene, gli rispondiamo che in Procura ci andiamo noi: ad inizio settembre abbiamo depositato un esposto alla Corte dei Conti ipotizzando un danno erariale di Euro 38.000,00, tanto sono costati i lavori di ristrutturazione del piedistallo in pietra, lavori che – come ha stabilito la Soprintendenza - dovranno essere rifatti.


da Mario Novelli
Segretario Rifondazione comunista Castelfidardo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2011 alle 16:54 sul giornale del 16 settembre 2011 - 763 letture

In questo articolo si parla di politica, castelfidardo, mario novelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/pnu





logoEV
logoEV