utenti online

Feste civili, Andreoni: 'Anche dall'alto potrebbero arrivare lamentele'

Paola Andreoni 1' di lettura 23/08/2011 -

La manovra varata dal Governo per dare ossigeno all’economia italiana prevede, per ora, che quattro feste vengano spostate al lunedì più vicino al giorno in cui cadrebbero. Si tratta del 25 aprile, il primo maggio, il 2 giugno e la solennità del patrono. Il provvedimento mira ad evitare ponti e conseguenti perdite di giornate di lavoro e produzione.



Stavo vedendo sul calendario gli effetti immediati di una eventuale trasformazione in legge del suddetto decreto. La festa della liberazione nel 2012 non si celebrerebbe il 25 ma il 23 aprile. La festa del lavoro dovrebbe essere anticipata al 30 aprile mentre quella della Repubblica (che cadrebbe sabato 2 giugno) potrebbe dar vita paradossalmente ad una tre giorni di sosta e scalare a lunedì 4 giugno.

Infine per ciò che riguarda San Giuseppe da Copertino, nulla di nuovo quest’anno che cade di domenica. Nel 2012 il 18 settembre cade di martedì e sarebbe spostato a lunedì 17. Nel 2015 che San Giuseppe capita di venerdì dovremo sfrattare dal calendario e/o convivere i festeggiamenti con il collega San Settimino patrono di Jesi. Credo che qualche lamentela potrebbe alzarsi pure in Paradiso.

http://paolaandreoni61.wordpress.com/2011/08/23/le-feste-mobili/


da Paola Andreoni
Presidente Consiglio Comunale Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2011 alle 18:22 sul giornale del 24 agosto 2011 - 698 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, partito democratico, paola andreoni, governo, feste civili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/oET





logoEV
logoEV