Naturarte: tra arte, storia e natura nell’area della battaglia di Castelfidardo

2' di lettura 07/08/2011 -

Dalla necessità di sottolineare in maniera visibile l’importanza di un territorio che ha visto il 18 settembre 1860 lo scontro militare decisivo per l’Unità d’Italia e che è ancora integro nella sua naturalità, nasce l’idea di NATURARTE, un concorso d’arte a carattere nazionale, con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Ancona e del Comune di Castelfidardo, che prende ispirazione dal territorio e che al territorio si lega attraverso la realizzazione di istallazioni d’arte ambientale ricavate da elementi raccolti in natura e altri materiali ecocompatibili.



Lo scopo è anche quello di promuovere un turismo naturalistico e storico mediante l’esposizione qualificata di opere d’arte nelle quali i giovani artisti esprimono il senso del rapporto con la natura ed il patrimonio culturale del territorio, basato sul rispetto e la tutela, e traendo ispirazione da essi.

La Fondazione Roberto Ferretti di Castelfidardo, in collaborazione con Polis Nova, associazione culturale per la tutela e valorizzazione del paesaggio, con sede ad Ancona e l'artista Walter Paoletti nel mese di marzo scorso ha promosso la prima edizione del concorso che ha visto la partecipazione di nove artisti under 35, i quali, dopo aver partecipato ad un seminario informativo, hanno inviato i bozzetti delle loro istallazioni ispirate al territorio dell'area della Battaglia di Castelfidardo e alla storia dello scontro ivi avvenuto.

La giuria, composta dal presidente della Fondazione Ferretti Eugenio Paoloni, dal presidente della Polis Nova Claudio Segattini e dagli artisti Walter Paoletti, Salvatore D'addario e Massimiliano Orlandoni, hanno selezionato l'opera di VASO ZEZELJ di Torino dal titolo “Birth from struggle” (nella foto il bozzetto), costituita fondamentalmente da un nido sospeso fra tre alberi a rappresentare, secondo quanto indicato dall’artista, «un simbolo di nascita, unione, rinascita, sfida verso gli elementi». Tale opera racchiude qualità poetiche e simboliche particolarmente evidenti che testimoniano ampiamente la sensibilità dell’artista e la sintonia con il luogo naturale destinato a riceverla.

Da stamattina e fino a domani, sabato 6 agosto, si potrà ammirare l'artista durante la realizzazione dell'istallazione nei pressi della Fondazione Ferretti alla Selva di Castelfidardo e domenica 7 agosto alle ore 18.30 si procederà all'inaugurazione e alla premiazione del vincitore e dei partecipanti al concorso, il tutto allietato da un aperitivo e dal concerto “Itinerari sonori per violoncello solo” a cura di Laura Macor.

Continua invece, sempre presso la Selva di Castelfidardo, la mostra, curata da Studio Plan Design Architetti di Osimo, dei bozzetti tridimensionali partecipanti al concorso insieme ai lavori ispirati al medesimo argomento realizzati dai ragazzi del Centro Estivo Giocambiente. Sarà visitabile tutte le sere fino al 7 agosto con orario 21-23, durante il quale sarà possibile partecipare a visite guidate in notturna al bosco della Selva.






Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2011 alle 15:49 sul giornale del 08 agosto 2011 - 515 letture

In questo articolo si parla di Fondazione Roberto Ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oew





logoEV