Prc: RC Auto, consegnate 2000 firme dei cittadini sulla petizione contro l’aumento dell’imposta

rifondazione comunista prc 2' di lettura 29/07/2011 -

Sono state consegnate ieri al presidente del Consiglio Provinciale Luciano Antonietti le firme raccolte sulla petizione per chiedere alla Provincia la revoca dell'aumento del 3% della tassa provinciale sull'RC Auto.



Nella lettera con cui i rappresentanti dei promotori dell'iniziativa, Giuseppina Fattori - già Sindaco di Castel Colonna – e Luigi Rebecchini – Consigliere comunale di Senigallia – hanno accompagnato il plico delle 2.000 firme si evidenzia che, con questo ultimo aumento la tassazione su polizze assicurative obbligatorie per legge arriva a superare complessivamente il 25% ed è quindi addirittura più elevata di quella applicata ai beni di lusso e si chiede alla Giunta Casagrande di revocare la delibera che dispone gli aumenti a ricercare altrove le risorse necessarie al raggiungimento del’equilibrio di bilancio, evitando così di mettere ancora una volta le mani nelle tasche dei cittadini.

Successivamente, in apertura dei lavori del Consiglio provinciale, il Presidente Antonietti ha correttamente dato comunicazione del deposito della petizione. Dispiace segnalare che tale comunicazione, che ha alle spalle ben 2.000 cittadini della provincia, sia stata effettuata nel completo disinteresse della Giunta e di gran parte dei consiglieri, segno anche questo del distacco dal paese reale che troppo spesso “stenta ad arrivare alla fine del mese”.

La campagna di raccolta delle firme ha visto impegnati, oltre ai circoli di Rifondazione Comunista di Chiaravalle, Jesi, Osimo e Senigallia e numerosi cittadini che hanno concretamente contribuito al successo del’iniziativa, anche diversi consiglieri comunali tra cui Achille Bucci e Luca Brecciaroli (consiglieri PRC di Jesi), Roberto Mancini e Paolo Battisti (consiglieri della lista Partecipazione di Senigallia), Rossella Martarelli (capogruppo lista Vivere Monte San Vito), Emanuele Rossi e Janita Biondi (consiglieri del Gruppo misto di Fabriano), Andrea Giannoni (capogruppo de “Il Paese che vorrei” di Camerata Picena) i quali hanno anche presentato nei rispettivi consigli comunali mozioni a sostegno della proposta di revoca dell'aumento.



da I Circoli del Partito della Rifondazione Comunista
di Jesi, Chiaravalle, Osimo e Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2011 alle 13:13 sul giornale del 30 luglio 2011 - 482 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nVj