utenti online

IdV: 'il voto del referendum non ha scheramenti politici, è un dovere per chi vive in democrazia'

idv marche 1' di lettura 09/06/2011 -

Votare è un dovere irrinunciabile per chi vuole vivere in democrazia.



Diversi esponenti della maggioranza diserteranno le urne, a cominciare dal Presidente del Consiglio, seconda carica dello Stato. Come Mai? Sentono il fiato sul collo. Vorrebbero far fallire i referendum. Però è inaccettabile il loro ‘io non andrò’. Il Capo dello Stato si è distinto invece per correttezza affermando non solo che voterà ma che per lui questo è un dovere.

La pensiamo allo stesso modo: ci sono doveri che non corrispondono a precetti, bensì ad oneri naturali per chi vuole vivere in democrazia. Comunque quello dei referendum non è un voto né di destra, né di centro, né di sinistra. E un voto per decidere se avere o meno centrali nucleari in Italia, se l'acqua può essere libera, se la legge deve essere uguale per tutti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2011 alle 10:55 sul giornale del 10 giugno 2011 - 1705 letture

In questo articolo si parla di referendum, politica, osimo, idv

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/lPC





logoEV
logoEV