Salto con l'asta, record regionale assoluto per Nadia Caporaletti ad Osimo

3' di lettura 22/05/2011 -

Primi squilli di stagione per l’atletica su pista. E subito un record regionale assoluto, quello del salto con l’asta femminile, firmato da Nadia Caporaletti con 3.75 ad Osimo, sabato 21 maggio.



Un miglioramento di cinque centimetri rispetto al precedente limite, 3.70 realizzato dalla fermana Silvia Catasta quasi dieci anni fa (il 30 settembre 2001 a Sulmona). La saltatrice dell’Atletica Montecassiano si è quindi impadronita anche del primato marchigiano all’aperto, dopo aver già fatto suo il record indoor, 3.71 nell’impianto di Fermo in gennaio.

L’occasione stavolta era il recupero della gara rinviata per il maltempo domenica scorsa a Macerata, e valida come prima fase regionale del Campionato italiano assoluto di società, disputata nell’ambito della rassegna allievi per club. La Caporaletti, 27enne di Montefano, ha aperto il suo concorso alla misura di 3.30, superandola alla prima prova così come 3.40, ed ha poi valicato l’asticella a 3.55, con il secondo tentativo.

Per l’atleta seguita dal tecnico fermano Luca Graziani, dopo un errore e nonostante il vento contrario, è arrivato quindi l’assalto decisivo a quota 3.75, che vale anche il minimo per i prossimi Campionati italiani assoluti (Torino, 25-26 giugno), prima di chiudere con tre nulli a 3.80. Ma presto ci potrebbero essere altre possibilità, se si considera che l’attività all’aperto è appena iniziata. La neoprimatista si allena regolarmente sei volte a settimana, tra gli impianti di Montecassiano e Fermo, pur lavorando come impiegata geometra delle ferrovie ad Ancona. Ha già partecipato quattro volte ai Tricolori assoluti, tra edizioni outdoor e in sala.
RISULTATI: http://www.fidal.it/2011/REG2471/Gara127.htm

Intanto, sempre sabato 21 maggio, si segnala il netto progresso di un giovane marchigiano: Stefano Massimi, mezzofondista ascolano, che corre in 3’47”99 sui 1500 metri al meeting di Gavardo (Brescia) e ottiene il tempo minimo richiesto per i prossimi Europei juniores, in programma a Tallinn (Estonia, 21-24 luglio), fissato a 3’50”00. La sua è anche la miglior prestazione italiana stagionale per la categoria under 20 e quest’anno l’atleta dell’Asa Ascoli Piceno, allenato da Angelo Angeletti, ha già indossato la maglia azzurra nei Campionati mondiali di corsa campestre, disputando la gara juniores: si era infatti guadagnato la convocazione mettendosi in luce con il quarto posto nella rassegna tricolore individuale di cross a Varese, seguito dalla quinta piazza ai Societari di San Giorgio su Legnano.

Nato il 20 settembre 1992 nel capoluogo piceno, alto 184 cm per 63 kg, Massimi è stato protagonista anche nelle gare indoor, arrivando quarto sui 1500 metri juniores ai Giovanili di Ancona.

Con il risultato di Gavardo, l’ascolano ha abbassato di oltre sei secondi il precedente record personale (3’54”09, fatto segnare a Modena il 25 aprile) piazzandosi sesto in una gara che ha visto anche il miglioramento di un altro marchigiano, Andrea Gargamelli (Sef Stamura Ancona), undicesimo con 3’51”35.
RISULTATI: http://www.fidal-lombardia.it/ris/2130.1.htm








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2011 alle 17:02 sul giornale del 23 maggio 2011 - 3592 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, nadia caporaletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/k7d





logoEV