utenti online

Andreoni: 'Una società civile si misura dalla capacità di tutelare i cittadini più fragili'

Paola Andreoni 2' di lettura 13/05/2011 -

Anziana osimana deceduta nella propria abitazione e ritrovata solo dopo diversi giorni dai vigili del fuoco. Un dramma della solitudine quello che si è consumato nella nostra città e che mi sembra del tutto inverosimile ed inaccettabile. L’amministrazione comunale con uno scarno comunicato a firma del Sindaco ha tenuto a precisare che “…La signora, non avendo figli o parenti, era seguita dai servizi sociali dell’Asur (non da quelli del Comune di Osimo) …”. E’ tutta qui la responsabilità delle istituzioni e del primo cittadino, di fronte a questo dramma della solitudine?



Credo che non siano poche le persone anziane che vivono sole nella nostra città, persone che molto probabilmente avendo pensioni molto basse non possono concedersi collaboratori domestici. Ebbene dobbiamo aspettarci fatalmente anche per queste il ripetersi di quanto è successo alla povera sig.ra Giuseppina? Persone sole e magari non pienamente autosufficienti condannate a non essere raggiunte e seguite costantemente dai servizi sociali domiciliari?

Un sindaco ha il dovere di tutelare la salute di tutti i suoi cittadini, ha il dovere di intervenire se c’è un problema irrisolto in ordine alla programmazione dell’assistenza verso le persone anziane sole che hanno un minimo di autosufficienza e/o totalmente dipendenti dagli altri. Con l’avvicinarsi della stagione estiva, il caldo, la solitudine andranno a rendere ancora più evidenti queste situazioni di emergenza per gli anziani. Non vogliamo e non è accettabile che questi drammi della solitudine si ripetano nella nostra comunità.

Credo basterebbe poco creare, ed è compito del primo cittadino stimolarne l’attivazione (ed essere garante del funzionamento), un collegamento tra servizi socio sanitari, medici curanti, servizi sociali comunali e organizzazioni di volontariato presenti sul territorio . Programmare interventi di prossimità che consentano di arrivare in tempo in situazioni a rischio laddove numerose vite potrebbero essere salvate. Una società civile si misura anche dalla sua capacità di tutelare i cittadini più fragili.


da Paola Andreoni
Presidente Consiglio Comunale Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2011 alle 16:14 sul giornale del 14 maggio 2011 - 1190 letture

In questo articolo si parla di anziani, politica, osimo, partito democratico, paola andreoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/kKD





logoEV
logoEV