Il PD boccia la proposta della struttura sanitaria privata avanzata dall'Amministrazione

Partito Democratico 2' di lettura 07/05/2011 -

Anche in materia di sanità e di servizi socio sanitari l’Amministrazione comunale mostra di avere idee poche e confuse, più attenta a strombazzare “spot” di facciata che a programmare seriamente l’azione amministrativa.



L’ultimo coniglio uscito dal cilindro, consiste nella proposta di cedere il diritto di superficie di un’area comunale strategica, posta a ridosso del nuovo polo ospedaliero dell’Aspio, a un prezzo di irrisorio di cento euro l’anno, un soggetto che vi realizzi una non meglio precisata struttura socio sanitaria che accordi agli osimani un non meglio precisato sconto tariffario su non meglio precisate prestazioni ! Ma quello che è davvero singolare è la motivazione addotta dal sindaco Simoncini il quale ha affermato che con questa strabiliante mossa, frutto del genio amministrativo delle liste civiche, si dimostrerebbe alla Regione Marche che il Comune di Osimo non scherza!

Il gruppo consiliare del Pd boccia questa proposta dell’Amministrazione Comunale del tutto confusa e improvvisata. Per il momento, oltre a rimanere del tutto impalpabile l’effettivo ritorno economico di questa operazione nelle tasche degli osimani, di sicuro possiamo immaginare che il vero affare lo farà un’impresa che potrà realizzare una struttura sanitaria a un prezzo stracciato su un’area comunale che è destinata ad avere, in futuro, un valore economico non trascurabile. Non ci pare proprio che si possa gestire “la cosa pubblica” in maniera così raffazzonata e poco meditata. E’ questo il modo di rispondere ai bisogni dei cittadini?

Il PD in Consiglio Comunale ha proposto di rinviare la discussione del punto in Commissione Sanità per chiarire bene quali servizi la struttura dovrebbe offrire e quali vantaggi ne deriverebbero per i cittadini osimani. Ma l’Amministrazione, presa dalla fretta di lanciare il suo “spot”, si è opposta a questa richiesta. Noi siamo convinti che la risposta da dare ai cittadini sia quella di snellire le liste di attesa del servizio pubblico, di lavorare a progetti come quello che il nostro consigliere Daniele Bernardini sta portando avanti nella commissione consiliare sulla sanità, ed infine di continuare a lottare uniti, maggioranza e opposizione, affinché la nuova struttura sanitaria dell’Aspio sia anche un vero e proprio ospedale di rete, e che dunque contenga anche il reparto materno infantile. Su questi temi occorre programmazione e lungimiranza, gli “spot” sono soltanto demagogia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2011 alle 14:34 sul giornale del 09 maggio 2011 - 987 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, partito democratico, pd, pd osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kvH





logoEV