utenti online

Loreto: arriva la seconda Casa dell’Acqua, l’inaugurazione

Casa dell’Acqua loreto 2' di lettura 28/04/2011 -

Le fontane hanno rappresentato, nel corso della storia, un elemento centrale e qualificante della città di Loreto oltre ad avere assolto una funzione sostanzialmente pratica: fornire acqua per uso potabile. Il Comune di Loreto, in sinergia con il gruppo Astea, da sempre sensibili ai temi ambientali e in linea con gli altri progetti sull’uso responsabile di un bene prezioso come quello dell’acqua, continuano a promuovere comportamenti di rispetto per l’ambiente e il paesaggio.



Così dopo il grande successo della “Casa dell’Acqua” posizionata lo scorso 7 dicembre in Viale Europa, dalla quale sono stati erogati ad oggi 380.000 litri di acqua e che ha permesso di non smaltire ben 61.800 kg di plastica, arriva una seconda fontana pubblica anche a Villa Musone che verrà inaugurata domani, venerdì 29 aprile, alle ore 11:00, in via Tevere.

Una grande soddisfazione e risultati più che entusiasmanti per l’Amministrazione Comunale, per il sindaco Paolo Niccoletti e per l’Assessore all’ambiente Paolo Casali, che hanno sempre creduto nel valore educativo, ecologico e sociale di queste fonti come luogo di incontro tra i cittadini e che permette di sensibilizzare le persone al tema della risorsa acqua e a promuovere comportamenti eco-sostenibili. “L’utilizzo della di queste fontane – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Paolo Casali – sta contribuendo e contribuirà, infatti, a ridurre i costi di gestione per il recupero e il riciclo della plastica”.

“Con questo progetto – ha aggiunto il sindaco Niccoletti - abbiamo cercato, reinterpretando il concetto di fontana pubblica, di riportare i cittadini alle vecchie abitudini utilizzando queste fontane come centro di aggregazione e di socializzazione, ma anche come punto di contatto con l’amministrazione che, in un periodo di crisi, cerca di aiutare le famiglie con iniziative piccole ma importanti come questa. Tale iniziativa, inoltre, ci permette di coinvolgere attivamente, ancora una volta, tramite l’assessorato alla Pubblica Istruzione, i giovani delle scuole della nostra città. Saranno infatti gli alunni della scuola “Collodi” a scegliere il nome da assegnare alla nuova Casa dell’Acqua”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2011 alle 17:59 sul giornale del 29 aprile 2011 - 686 letture

In questo articolo si parla di attualità, loreto, comune di loreto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/j9K





logoEV
logoEV