utenti online

Alla Sogemi trasferimento di 40 operai dalla Fiome all'Usb

usb 1' di lettura 16/04/2011 -

Alla Sogemi di Osimo (Ancona), ben 40 tra delegati sindacali e operai iscritti alla Fiom Cgil, rimetteranno la loro tessera e si iscriveranno all’Unione sindacale di base (USB).



Lo annuncia il segretario regionale USB per il settore privato Andrea Quaglietti, che ricorda come il sindacato di base aprirà anche ad Osimo un suo ufficio diretto, a disposizione di tutti gli interessati. Il trasferimento in massa di addetti della Sogemi, azienda di componentistica per auto, dalla Fiom all’USB, è la conseguenza dei termini del nuovo contratto interno all’impresa, imposti alla Fiom ma non accettati dal suo rappresentante nella RSU e dalla maggioranza degli operai di fabbrica. Il delegato Ermanno Maccioni passerà così a rappresentare, nella RSU aziendale, l’Unione sindacale di base e non più la Fiom.

“I lavoratori sia ad Osimo che in altre realtà regionali e nazionali – sostiene il segretario Quaglietti – stanno subendo la situazione di stallo della Fiom, che non riesce ad uscire dalla morsa della CGIL e del suo atteggiamento reale nei siti produttivi. Per questo reagiscono e scelgono sempre di più - dall’ascolano all’anconetano al fermano, di aderire all’USB, unica confederazione sindacale che dimostra ogni giorno di stare veramente affianco a loro, con iniziative concrete, dirette e non ideologiche o peggio di posizionamento partitico”.

Grazie anche alla nuova situazione venutasi a creare alla Sogemi, l’Unione sindacale di base ha deciso di aprire a Osimo uno sportello diretto per i lavoratori di tutti settori, aperto al confronto e alla discussione per ogni problema presente sul territorio locale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2011 alle 17:20 sul giornale del 18 aprile 2011 - 786 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, osimo, fiom, USB, sogemi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/jJy





logoEV
logoEV