Dibattito sulla riforma scolastica, Buglioni: 'Par condicio rispettata'

giovanna buglioni 1' di lettura 05/03/2011 -

Il dibattito sulla Riforma della scuola, tenutosi il 4 marzo presso l’Aula magna del “Corridoni Campana”, ha offerto la possibilità, ai numerosi studenti ed al personale docente, di ascoltare le diverse posizioni del centro destra e del centro sinistra, rispettivamente rappresentati da due esponenti del PDL (Zinni e On. De Girolamo) e due del PD (Sen. Albertina Soliani e Stefania Benatti). La “par condicio”, pertanto, è stata pienamente rispettata ed il confronto si è sviluppato in un clima sereno e costruttivo.



Giustamente non sono state invitate le Liste Civiche poiché, in merito a questo tema di carattere nazionale, tale movimento politico non ha voce in capitolo, essendo notorio che, fuori dalle mura Osimane, nessuno sa chi sia “Su la Testa” e compagnia bella. Per il resto, prendiamo atto che, dopo l’attacco al Preside Radicioni, gli esponenti delle Liste Civiche se la prendono con un altro dirigente scolastico e con la scuola in generale.

E proprio loro, che scrivono “proficuo” con la lettera “q” al posto della “c”, si permettono di dare i voti agli insegnanti di un Liceo. Ma non c’è da stupirsi poiché, oggi, in Osimo, i binomi “scuola – cultura” / “amministrazione – Liste Civiche” corrono su due strade che non trovano neanche un punto di convergenza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2011 alle 15:34 sul giornale del 07 marzo 2011 - 1488 letture

In questo articolo si parla di scuola, politica, osimo, pdl, riforma, giovanna buglioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h79





logoEV