Loreto: sensoriabilis, premiate le eccellenze del turismo accessibile

6' di lettura 08/12/2010 -

Si è appena conclusa la quarta edizione di sensoriABILIS, il Forum del turismo accessibile promosso da Confindustria Ancona, che quest’anno si è svolto a Loreto.



E’ già ora di guardare avanti. "Alla fine di questa importante manifestazione sono sempre più convinto che il turismo possa essere un ulteriore volano di crescita di questa nostra regione, considerata tra le prime manifatturiere in Europa,– ha affermato Giuseppe Casali, presidente di Confindustria Ancona. - E tanto più lo diventerà tanto più riuscirà a diventare un turismo accessibile: oggi il mercato del turismo si muove sempre più verso le aree che sono accessibili, essere solo belli non è più sufficiente. E Loreto, città dell’accoglienza per eccellenza, terza destinazione al mondo per il turismo religioso e adesso tra le papabili città selezionate dall’UNESCO per diventare patrimonio dell’umanità, rappresenta quel modello di città accogliente che noi vogliamo contribuire a creare. Loreto dunque come sede stabile di sensoriABILIS e come modello virtuoso da esportare".

Ha riscosso particolare successo all’interno della manifestazione sensoriABILIS la cerimonia di premiazione alle eccellenze nel campo del turismo accessibile: Carmen Lasorella, madrina della manifestazione, affiancata dall’ideatore e coordinatore del progetto Ludovico Scortichini e dal Presidente di Confindustria Ancona Giuseppe Casali, ha consegnato i premi ai vincitori del concorso che premia le eccellenze nell'accessibilità del prodotto turistico-culturale in diversi settori. Il premio prevede diverse categorie: Miglior “Ente Pubblico, Miglior Imprenditore, Miglior Struttura Ricettiva e di Ristorazione, Miglior Articolo o Reportage, Miglior Associazione, Miglior Museo.

Il premio “Miglior Associazione” è andato all’Associazione Strabordo per il Progetto: “Turismo accessibile: pari opportunità ed opportunità di sviluppo”: Ha ritirato il premio Valeria Poeta, Presidente dell’associazione che nasce per difendere il diritto delle persone disabili, diritto determinante per la qualità della vita, di poter viaggiare liberamente ed ha quindi come obiettivo principale, quello di superare le barriere che ostacolano il loro libero movimento. “Il progetto si prefigge di permettere alle persone con disabilità di conoscere la nostra Regione e le sue bellezze naturali ed artistiche, nonchè le eccellenze eno-gastronomiche, artigianali ed industriali, grazie ad una maggiore attenzione del settore turistico alle loro specifiche esigenze. Partendo dalla sperimentazione di uno specifico percorso accessibile nella zona di Fabriano, il progetto mette in atto un'azione concertata e condivisa tra tutti i soggetti portatori di interesse, col coinvolgimento degli attori istituzionali, al fine di facilitare concretamente il soggiorno di persone disabili”

Il premio “Miglior Ente Pubblico” è andato al Comune di Parma per il progetto “Parma città accessibile” (Città Amica) Ha ritirato il premio l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune Parma Giovanni Paolo Bernini. “Il Comune di Parma ha aderito alla Convenzione per i diritti delle persone con disabilità e il Consiglio Comunale con uno specifico ordine del giorno ha espresso l'unanime adesione ai principi e indirizzi in essa contenuti. La Giunta Comunale ha preso in esame alcuni specifici articoli della Convenzione e ha deciso di dar indicazioni di programma ai Settori e Servizi competenti affinché attivino le azioni idonee per la loro concreta attuazione”

Il premio "Miglior imprenditore" è andato a Patrizio Carotta, Responsabile Fiere Lifestyle & Technology e Centro Congressi della Fiera di Vicenza per il Progetto: “Gitando all 2011”. “La Fiera di Vicenza, ha organizzato nel 2009 e nel 2010 una Fiera dedicata al turismo e allo sport per persone con disabilità. Dopo una prima edizione embrionale, la manifestazione del 2010 ha avuto un notevole successo con grande riscontro di pubblico che mediatico. I 27.000 visitatori hanno trovato utili spunti sulle mete per le vacanze, i mezzi per raggiungerle e tante idee per attività ludiche e ricreative. In particolare, le centinaia di operatori del volontariato e gli stessi disabili hanno potuto apprezzare l’offerta di vacanze organizzate, mezzi di trasporto adattati alle loro esigenze, società organizzatrici di varie attività sportive accessibili.

Il premio "Miglior Struttura ricettiva" è andato al Centro Vacanze Union Lido Park & Resort di Venezia per il progetto “Union Lido Vacanze for all”. Ha ritirato il premio Patrizia Castelli, xxx del Centro vacanze.

“Il Centro Vacanze Union Lido Park & Resort si trova direttamente sul mare e dispone di spiaggia privata. Il terreno è caratterizzato da percorsi in autobloccante e terra battuta con buona segnaletica di orientamento. Sono presenti 4 Mobile Home Espace, 4 Bungalow, 4 Camping Home Patio e 8 Camping Home Roof accessibili. A disposizione dei clienti ci sono due supermarket, con vendita di prodotti per celiaci e intolleranze alimentari, 8 ristoranti con possibilità di menù specifici e consegna a domicilio, 11 punti di ristoro-bar, zone mini club, un area spettacoli, un centro benessere, due acqua park, uno in sabbia bianca e uno immerso nel verde, blocchi di servizi igienici con aree accessibili e alcuni dedicati ai più piccoli, una sala disco-pub con internet-point, una sala conferenze e 25 attività commerciali.

Tutti gli ambienti sono di facile fruizione, inoltre è presente una zona sportiva con un campo polivalente per basket, tennis, calcetto e pattinaggio. Nelle vicinanze del villaggio si trova un centro sportivo con possibilità di praticare tennis, equitazione, tiro con l’arco, golf e calcio.

Il premio "Miglior Museo" è andato a Jessica Anais Savoia per il Progetto “Love at first touch” “Si tratta dell’ideazione di una mostra di arte contemporanea accoglie uno speciale percorso tattile e plantare che offre l’opportunità ai non vedenti di fruire di alcune sculture di un artista emergente e di inoltrarsi in un percorso tattile, che spieghi loro il metodo di un elaborazione di un’opera.”

Il premio per il "Miglior Articolo - Reportage" è andato a. Umberto Mezzana per il Progetto: “Guida al Turismo Sociale”, che si occupa di turismo sociale e che dedica un’attenzione prioritaria all’accessibilità per le persone con disabilità.

“La Guida al Turismo Sociale raccoglie preziosissime informazioni turistico-culturali su tutte le regioni italiane. La Guida è divisa in 38 capitoli, uno per ogni provincia, ciascuno ulteriormente suddiviso in tre sezioni: una dedicata alle attività di turismo sociale presenti sul territorio, una dedicata ai servizi di supporto e una ai servizi di ospitalità e alle strutture ricettive accessibili alle persone con diverse disabilità. Per ogni tipologia di disabilità i livelli di accessibilità sono 3: accessibile (verde), parzialmente accessibile (arancione) e non accessibile (rosso). La guida segnala inoltre la presenza di wc accessibili e/o di personale in grado di comunicare in LIS”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-12-2010 alle 18:49 sul giornale del 09 dicembre 2010 - 751 letture

In questo articolo si parla di economia, turismo, loreto, Confindustria Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ff3





logoEV
logoEV