utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

FLI: Il circolo di Osimo alla prima Assemblea regionale di Futuro e libertà

2' di lettura
762

Domenica 28 novembre ad Jesi si è svolta la prima Assemblea regionale di Futuro e libertà, tantissima la partecipazione degli oltre 50 circoli della regione Marche e naturalmente il Circolo di Osimo si è presentato con la maggior parte dei suoi iscritti. Il circolo di Osimo ringrazia la direzione di FLi , perché durante l’assemblea è stato inviato un caldo abbraccio ed un affettuoso saluto ad Alessandro Buccelli.

Domenica 28 novembre ad Jesi si è svolta la prima Assemblea regionale di Futuro e libertà, tantissima la partecipazione degli oltre 50 circoli della regione Marche e naturalmente il Circolo di Osimo si è presentato con la maggior parte dei suoi iscritti. Il circolo di Osimo ringrazia la direzione di FLi , perché durante l’assemblea è stato inviato un caldo abbraccio ed un affettuoso saluto ad Alessandro Buccelli. Il messaggio Forte che è passato all’assemblea è stato «NON SIAMO il partito degli scontenti, né le stampelle del governatore Spacca». Sono i due forti messaggi che la prima assemblea regionale di Futuro e libertà ha lanciato ai partecipanti. Un’assemblea a cui sono intervenuti gli onorevoli Italo Bocchino e Roberto Menia dopo l’apertura del senatore e coordinatore regionale ,Mario Baldassarri. «E’ il Pdl la stampella di Spacca, Ciccioli si guardi allo specchio» ha attaccato Corrado Speranza, coordinatore di Fli Macerata. Da Bocchino è arrivata la richiesta di dimissioni di Silvio Berlusconi per un «governo di responsabilità nazionale» e la certezza: «Non siamo revanscinsti né alla ricerca di colpe o tradimenti. L’unico traditore è la Lega che col suo ricatto è diventata il padrone della politica. Con noi non accadrà mai che i simboli della Lega occupino i banchi di scuola». Circolo Generazione Italia, Futueo e Libertà Osimo



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2010 alle 19:04 sul giornale del 30 novembre 2010 - 762 letture