utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Loreto: premiati i reduci di guerra, continua la festa per i 150 anni dall'Unità

2' di lettura
1040

Manifestazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia Premiati 15 reduci di guerra. Si è svolta sabato 27 novembre la cerimonia di riconoscimento al merito agli ex combattenti e reduci di guerra organizzata dall’Amministrazione comunale di Loreto, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto, nell’ambito delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia.

La manifestazione, che si è svolta nella Sala Consiliare del Comune di Loreto, ha visto una grandissima partecipazione di pubblico, di numerose autorità militari e politiche e di tanti studenti loretani. A fare gli onori di casa sono stati il Sindaco di Loreto Paolo Niccoletti, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Franca Manzotti e l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Schiavoni che hanno salutato e ringraziato i presenti sottolineando “l’importanza di manifestazioni come queste che riescono a coinvolgere tutta la cittadinanza, dai più piccoli ai più grandi, e che permettono di rendere il dovuto riconoscimento a coloro che si sono sacrificati ed hanno combattuto per portare la pace e l’unità nel nostro Paese”.

L’atmosfera è stata resa ancora più emozionante dalle bellissime canzoni proposte dai ragazzi del Coro Stabile dell’Istituto Comprensivo "G.Solari" di Loreto diretto dal M° Tiziana Antrilli e dalla lettura di alcune testimonianze tratte dal diario di un reduce loretano. I 15 ex combattenti, che hanno conosciuto la terribile realtà della prigionia in Germania, sono stati premiati con targa e medaglia dal Sindaco di Loreto Niccoletti e dal Consigliere Regionale Moreno Pieroni che ha portato i saluti del consiglio regionale. Questi i nomi dei reduci dalla prigionia in Germania premiati: Conti Pietro, Carnevalini Gino, Chitarroni Gildo, Gabbanelli Gualtiero, Gambini Giuseppe, Giampieri Armando, Grufi Lanfranco, Mancinelli Angelo, Marziani Giuseppe, Pespani Alvaro, Pirchio Gino, Pirchio Umberto, Pucci Giuseppe, Renzi Antonio, Sbaffo Bruno.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2010 alle 12:28 sul giornale del 29 novembre 2010 - 1040 letture