utenti online

Loreto: Padre Marzio Calletti premiato in Comune, andrà a Fossombrone

2' di lettura 07/09/2010 -

Il segreto di padre Marzio? “L’immediatezza che crea la vera comunione- ha detto- bisogna essere diretti, semplici, umani, schietti. Queste sono le cose che contano, non i discorsi ufficiali che non hanno sapore. Ho sempre combattuto a favore della fede e contro la religiosità fine a se stessa: dobbiamo essere uomini veri, sinceri e conditi di ideali belli. Poi sarà la grazia di Dio ad elevare l’umanità a spiritualità”.



Frate cappuccino di 53 anni, sei anni da rettore della Basilica di Loreto e fondatore della Fraternità di San Francesco di Pesaro. Dopo sei anni, padre Marzio Calletti, tre vescovi e due papi incontrati(Giovanni Paolo II e Benedetto XVI), lascia l’8 settembre Loreto per una nuova missione. Andrà a Fossombrone, dove è stato chiamato a ricoprire l’incarico di responsabile del settore dell’evangelizzazione nel convento del Beato Benedetto Passionei.

"Lì-ha detto in una recente intervista-riprenderò a predicare a tempo pieno, una sorta di ritorno alle origini”. Barba sale e pepe, sguardo vivo e profondo,in padre Marzio Caletti si nasconde il dono della parola e del discernimento spirituale che ha conquistato tanti fedeli lauretani e non solo. Per questo motivo in Comune domani(oggi per chi legge) alle ore 18 si terrà nella sala consiliare una cerimonia di saluto del sindaco Niccoletti e degli amministratori di Loreto che ringrazieranno padre Calletti per questi anni a Lore. Padre Calletti con il suo modo forte e diretto di relazionarsi, ha saputo sintonizzarsi sulla lunghezza d’onda dell’universo giovanile, parlando con un linguaggio semplice e concreto veicolato dalla voce imponente.

Il segreto di padre Marzio? “L’immediatezza che crea la vera comunione- ha detto- bisogna essere diretti, semplici, umani, schietti. Queste sono le cose che contano, non i discorsi ufficiali che non hanno sapore. Ho sempre combattuto a favore della fede e contro la religiosità fine a se stessa: dobbiamo essere uomini veri, sinceri e conditi di ideali belli. Poi sarà la grazia di Dio ad elevare l’umanità a spiritualità”. Ma per padre Marzio non sarà un commiato con Loreto. “Ci distacchiamo fisicamente ma tutto quello che abbiamo vissuto, le cose vere che ci hanno accompagnato, non tramonteranno mai. E’ una realtà che continua quando si è vissuti nell’autenticità dei rapporti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2010 alle 17:16 sul giornale del 08 settembre 2010 - 2991 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, loreto, comune di loreto, padra marzio calletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bSF





logoEV
logoEV